ASCOLI PICENO – Per la prima volta la Quintana diventerà 2.0. grazie alla possibilità da parte dei partecipanti al concorso “Corto Medioevale – premio Massimo Stipa” indetto per l’occasione, di realizzare brevi filmati capaci di esprimere in 10 minuti la propria visione della manifestazione dando spazio alla creatività e alla fantasia.

Il premio  è stato ideato dal Gruppo Gabrielli per onorare la memoria di Massimo Stipa, recentemente scomparso, stimato collaboratore da sempre appassionato alla storica evocazione della Quintana. Alla presentazione era presente anche Anna Rita Lattanzi, vedova del compianto Massimo, che ha sottolineato come il marito sarebbe orgoglioso di questo premio e di come sia un giusto riconoscimento alla sua persona.

Il concorso ha l’obiettivo di avvicinare un target ampio e variegato a questo evento così ricco di storia e tradizione che narra la storia del nostro territorio. Per la prima volta la Quintana sarà descritta da questi brevi filmati che dovranno essere inviati o consegnati entro il 31 agosto, poi a novembre ci sarà un convegno dove i lavori verranno proiettati e premiati. Il miglior film si aggiudicherà un buono acquisto dal valore di 1.000 Euro, al miglior registo un buono da 600 Euro mentre alla migliore sceneggiatura un buono da 400 Euro. Per info sui regolamenti si può consultare il sito www.gabriellispa.it .

Il cartellone degli eventi ideato dal Gruppo Gabrielli non si esaurisce qui. Presso il centro commerciale Oasi e stata allestita una mostra sulla Quintana con sette angoli medioevali ricostruiti fedelmente e nella giornata di sabato sarà allestito un campo militare dell’epoca con trenta attori che mostreranno le loro attività giornaliere interaggendo anche col pubblico. Infine i clienti saranno omaggiati con un foulard evocativo dei vari sentieri per ogni spesa superiore ai 50 Euro. Alla conferenza non è voluta mancare la Vicepresidente del Gruppo Barbara Gabrielli che ha evidenziato come attraverso Gabrielli per la Cultura si cerchi di consolidare l’impegno nel tramandare e valorizzare valori e speranze del passato decisive per la crescita e lo sviluppo del territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 671 volte, 1 oggi)