ASCOLI PICENO – Resta in carcere M.G., 32 anni, la donna ascolana che il 12 luglio scorso ha tentato una rapina alla farmacia dell’ospedale Mazzoni. Lo ha deciso il Gip del tribunale di Ascoli, considerato il fatto che nemmeno una settimana prima, la giovane aveva provato già a rapinare una erboristeria di via Murri, con un coltello stretto in pugno.

Qualche giorno più tardi, il 12 luglio scorso, la trentaduenne ha fatto irruzione nella farmacia del Mazzoni, seminando il panico tra i presenti e puntando un coltello contro una delle dipendenti, con l’intento di sottrarre l’intero incasso della giornata. Il colpo è fallito solo perché la donna era in evidente stato confusionale.

Le manette sono scattate poco dopo, ad opera di alcuni agenti della Polizia di Ascoli, e la donna è stata condotta al carcere femminile di Castrogno in attesa dell’interrogatorio di garanzia e dell’udienza di convalida del suo arresto, avvenuto ieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 408 volte, 1 oggi)