ASCOLI PICENO – Presentata dai vertici di CNA, l’iniziativa intitolata “Artigiani in Centro”, con l’intento di valorizzare i settori artistico ed agroalimentare che sono, in maggioranza, presenti nel centro del capoluogo Piceno. Nella nuova apertura di Via Cairoli 36, saranno rappresentate tutte le eccellenze locali e l’inaugurazione è prevista per giovedì 1 agosto alle 17,30.

Francesco Balloni, direttore provinciale CNA sottolinea l’importanza di “uscire dagli uffici e andare incontro alle imprese e ai nostri soci, che stanno concretamente sul territorio. Dobbiamo sopperire alla domanda di nuove commesse valorizzando le nostre eccellenze in questa nuova location”. Balloni prosegue evidenziando “l’unione di tipicità e del nostro saper fare,che CNA ha promosso con questo nuovo punto d’incontro”.

Anna Rita Pignoloni, del patronato EPASA, sottolinea come “la delocalizzazione degli uffici ha colpito anche i centri storici, tradizionalmente il luogo dove operano le nostre attività. Noi abbiamo, inoltre, attivato una convenzione con la cooperativa Iside per alcuni servizi legati alle disabilità e ai servizi sociali. La cooperativa ci aiuterà, appunto, nell’assistenza alle categorie svantaggiate”.

Il presidente di CNA Ascoli Piceno Gino Sabatini interviene notando come “questo prolungato periodo di crisi abbia colpito il settore artistico e, come CNA siamo intervenuti sostenendo le spese del locale di Via Cairoli. In questo periodo di vacanza, speriamo che molti turisti possano apprezzare tutti i prodotti del territorio. Inauguriamo proprio durante il periodo delle feste patronali per attirare un gran numero di turisti che potranno ammirare da vicino le nostre produzioni”.

Barbara Tomassini, presidente di CNA Artistico di Ascoli, mette in risalto “l’esperienza emozionale che mettiamo a disposizione: l’arte è emozione”. “Il Centro vuole essere anche un centro di promozione ed aggregazione, sia per gli artigiani, sia per i giovani.”

Proprio uno di questi giovani, Davide De Iuliis, 23 anni, ha realizzato un gioiello che sarà indossato dalla dama di Porta Romana durante la Quintana agostana, e che sarà successivamente esposto nella vetrina di Via Cairoli.

Altri artisti piceni come Antonio Tomasselli e Pietro De Angelis realizzeranno gioielli per i Sestrieri che partecipano alla Giostra del 4 agosto.

I vertici di CNA hanno anche annunciato che è stata presentata richiesta formale presso l’Unesco per l’inserimento dell’arte orafa come patrimonio dell’umanità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 455 volte, 1 oggi)