ASCOLI PICENO – E’ iniziato la scorsa settimana il tirocinio che la Fondazione Libero Bizzarri tiene per i partecipanti al progetto Europas promosso dalla Provincia di Ascoli che vede coinvolti 15 ragazzi.

Si tratta del terzo step, dopo il corso teorico e la sezione pratica svolta presso alcune imprese del territorio.
All’inizio del mese di luglio i corsisti hanno preso parte agli stage nelle varie aziende che partecipano al progetto ed ora il tirocinio è tenuto dal Bizzarri presso la Casa della gioventù in Ascoli, per un totale di 60 ore dal lunedì al venerdì. Le lezioni sono tenute dai registi Luigi Maria Perotti, Rovero Impiglia, Giacomo Capretti e il web master Fabio Curzi e riguardano l’affiancamento nella realizzazione e promozione di un sito web oltre quello di un format web da caricare sul sito Europas.

L’obiettivo del progetto, sottolinea il Vice Presidente della Provincia (con delega alle Politiche Giovanili Pasqualino Piunti), è quello di intercettare uno sbocco occupazionale oltrechè conoscere e apprendere più da vicino l’europrogettazione e i lavori attraverso la web tv.

Il progetto Europas è un vero e proprio passaporto digitale di Ascoli in Europa, che si inserisce nel contesto della provincia incentivando l’inserimento dei giovani in un sistema internazionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 240 volte, 1 oggi)