ASCOLI PICENO – Prosegue fino al 15 agosto in piazza Arringo, “Ascoliva Festival”, il festival che consacra Ascoli come la capitale mondiale dell’oliva ripiena all’ascolana.

Sono 12 gli espositori ospitati presso L’Oliva Palas, la struttura dove giovedì 8 agosto è stata inaugurata la manifestazione alla presenza della madrina, l’attrice ascolana Cecilia Capriotti, e del campione del Motomondiale, Romano Fenati, anche lui ascolano.

Gli espositori presenti, tutti produttori artigianali di oliva ripiena all’ascolana, propongono ai tanti visitatori non solo il sapore inconfondibile dell’oliva ripiena, ma anche di altri prodotti gastronomici caratteristici del territorio piceno.

“Questa è un’iniziativa – afferma il sindaco Castelli – che colma un deficit. Mancava una manifestazione imperniata sull’oliva all’ascolana di questo tipo. C’è anche da sottolineare ed elogiare la volontà di mettersi in campo dei commercianti ascolani, i pionieri di questa prima edizione, che hanno dimostrato di voler investire su se stessi e sulla città. La scelta del periodo è ardita, a dimostrazione che la città ha superato il pregiudizio secondo cui dopo Sant’Emidio si spengono le luci. La chicca è che abbiamo messo a disposizione il giardino dell’Arengo per gustare le prelibatezze degli espositori evitando l’aspetto della sagra”.

“Ho sempre creduto – evidenzia Luigi Contisciani, presidente del Bim Tronto che supporta la manifestazione – che l’oliva, insieme a Rozzi, sia stata il traino per far conoscere Ascoli. Mi auguro che si possa dare, in questo modo, una mano per portare benefici per il territorio. Del resto, il Bim ha sempre creduto in questo tipo di manifestazioni e in tutto ciò che serve realmente a valorizzare il territorio”.

Primo Valenti, presidente di Ascolincentro, evidenzia alcuni aspetti della manifestazione. “Noi per realizzare questa manifestazione – spiega Valenti – ci abbiamo davvero messo il cuore. Ascoliva Festival nasce per dare ad Ascoli quello che è di Ascoli. Con questo festival, noi intendiamo legittimare Ascoli come capitale dell’oliva ripiena e al tempo stesso valorizzare la città e le sue bellezze”. Con questo festival, – consentitecelo – noi intendiamo legittimare Ascoli come capitale dell’oliva ripiena e al tempo stesso valorizzare la città e le sue bellezze, utilizzando il marchio dell’oliva per far conoscere i monumenti, gli eventi, l’arte ed anche gli altri prodotti tipici del territorio. “Ascoliva”, nei nostri progetti, dovrebbe diventare un punto di riferimento per calamitare ulteriormente l’attenzione su un territorio che merita tantissimo ma che tanti, ancora, non conoscono. Su questo obiettivo, abbiamo trovato la condivisione di tanti soggetti istituzionali, associazioni di categoria, partner anche commerciali. Tra questi non possiamo non citare quelle realtà che sono la garanzia di qualità di questo evento, ovvero il professor Leonardo Seghetti e lo Slow Food Piceno che hanno rispettivamente coordinato e organizzato il calendario dei corsi di degustazione e laboratori, oltre al Consorzio di tutela dell’oliva ascolana Dop. In totale, per questo evento sono state e saranno impegnate circa 80 persone”.

“Ho scelto di condividere questo progetto – sottolinea, infine, il professor Leonardo Seghetti – proprio perché c’è stata la volontà di inserire anche un aspetto culturale, per capire cosa c’è dietro e rimarcare l’importanza della qualità”. Sulla stessa lunghezza d’onda il referente dello Slow Food piceno, Roberto Fioravanti, che vede nell’iniziativa “una vetrina importante per valorizzare un prodotto buono, giusto e pulito”. Parole di elogio per l’evento anche dal presidente della Provincia, Piero Celani, che ha parlato di “manifestazione che può diventare un vero punto di riferimento”, e dall’assessore al commercio, Massimiliano Di Micco che ha esaltato “gli effetti positivi che l’evento può avere, sia a livello turistico che commerciale”.

L’Oliva Palas, a partire è aperto tutti i giorni fino al 15 agosto, dalle 18 all’una di notte, con la deroga fino alle 3 inoccasione della Notte dei colori in programma il 10 agosto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 861 volte, 1 oggi)