ASCOLI PICENO – Scherzo goliardico, si spera non premonitore, quello che è stato compiuto questa mattina fuori la sede dell’Ascoli Calcio in Corso Vittorio Emanuele. Qualche tifoso, rimasto particolarmente deluso dalle ultime vicende della squadra bianconera, ha trasformato la targa in travertino apposta all’ingresso in una lapide da fornetto cimiteriale. Come si vede in foto, accanto alla scritta ‘Ascoli Calcio 1898 Spa’, infatti, è stato posizionato un improvvisato vasetto con all’interno alcuni fiori viola e la scritta “Siamo alla fine. Riposa in pace” seguita da una croce.

Una semplice presa in giro verso la situazione non proprio delle migliori, specie sul piano dell’immagine, su cui versa il Picchio, ma che in realtà rappresenta lo stato d’animo di tanti tifosi bianconeri, i quali sperano in questi ultimi giorni di mercato per vedere allestita una rosa competitiva per il prossimo campionato di Prima Divisione, ormai pronta a partire. Si aspettano le firme di Bianchi, Pestrin e Giacomini che, se dovessero arrivare, andrebbero a formare un’undici ben più vicino ai desidersi sia della tifoseria, ma anche di società e allenatore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.775 volte, 1 oggi)