ASCOLI PICENO – C’è soddisfazione ed un cauto ottimismo da parte del sindaco Guido Castelli e l’assessore alle Politiche Sociali Donatella Ferretti dopo le rassicurazioni avute dall’assessore regionale alla Sanità Almerino Mezzolani dopo l’incontro svolto ieri alla presenza anche delle associazione interessate. Dopo esser riusciti a far slittare al 1 ottobre l’entrata in vigore dei tagli previsti ai servizi assistenziali, che colpirebbero duramente la Rsa Luciani, c’è più di una speranza di ottenere una ulteriore proroga fino a dicembre. Questa speranza è dovuta alla piena disponibilità dimostrata dall’assessore Mezzolani , spiegano Castelli e la Ferretti, anche se ribadiscono che il loro scopo è quello di giungere all’annullamento della delibera. Ora è tutto nelle mani del Governatore Gian Mario Spacca al quale spetta l’ultima parola se dare un’ulteriore proroga e aprire un tavolo di valutazione della vicenda.

Le conseguenze di una conferma dei tagli sarebbero molto pesanti sia per Comune che vedrebbe aumentare di 1 milione di Euro la spesa da sostenere per l’istituto con un aumento del 25 %, sia per i numerosi utenti della Rsa Luciani che vedrebbero diminuire numerosi servizi per loro fondamentali, soprattutto nelle ore notturne. Spazio anche per alcune parole sulla situazione dei 12 lavoratori della Co.Ser. che sono stati raggiunti da lettere di licenziamento dopo l’esito del bando per la struttura. Anche qui i due politici ascolani si sono mostrati ottimisti sulla possibilità di ricollocamento dei lavoratori garantendo il massimo impegno per risolvere questa delicata situazione, ammettendo comunque che qualche errore di valutazione possa esser stato commesso dall’uficio di competenza. Decisivo sarà l’incontro con la CGIL dove verranno discusse le proposte di soluzione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 324 volte, 1 oggi)