ASCOLI PICENO – In una cornice almeno a mala pena di una Coppa Italia d’inizio estate, l’Ascoli fa il debutto in LegaPro davanti ai propri tifosi. Non molti in realtà, come si vede nelle foto. Oltre quattrocento, invece, i sostenitori bianconeri che da Piazza Immacolata stanno giungendo fino a sotto la tribuna scoperta. Lungo il tragitto anche molti striscioni contro la società, segno della dura contestazione in atto. Tornando al campo, diverse novità nell’undici di Pergolizzi: il neo acquisto Russo in porta, Scalise in difesa e Malatesta preferito a Vegnaduzzo in attacco.

ASCOLI (4-3-1-2): Russo; Scalise, Schiavino, Bianchi, Giacomini; Hanine (20′ st Scognamillo), Pestrin, Capece; Colomba; Tripoli, Malatesta (27’st Vegnaduzzo). A disp: Piacenti, Gandelli, Scicchitano, Storani, Oddi. All: Pergolizzi.

BARLETTA (3-5-2): Liverani; Romeo, Camilleri, Di Bella; D’Errico, Cane (42′ st Cascione), Branzani, Mantovani (18′ st Legras), Prutsch; Lamantia (35′ Picci), Cicerelli. A disp: Vaccarelli, Maccarone, Ilari, Ferreira. All: Orlandi.

Arbitro: Giovani di Grosseto

Spettatori: 1.351

Ammoniti: Hanine, Malatesta, Bianchi, Pestrin, Lamantia

PRIMPO TEMPO

19′ Arriva la prima occasione da gol della gara, di marca ospite: Lamantia, su cross dalla destra, impegna Russo che in tuffo si distende e salva il risultato deviando in angolo.

26′ Barletta ad un passo dal vantaggio: contropiede tre contro tre con Lamantia che, superato l’ultimo difensore, spara addosso ad un russo Russo in uscita. Sull’azione di rimessa, è Tripoli pescato bene in area a non concludere bene

38′ Partita vivace, mentre fuori sono arrivati i contestatori.

39′ Tripoli al tiro, Liverani blocca in due tempi, prima del tap in di Malatesta.

40′ Episodio molto dubbio al limite dell’area:il tiro di Tripoli colpisce forse sul braccio un difensore in scivolata, ma Giovani lascia correre.

45′ Finisce il primo tempo. Zero a zero all’intervallo.

SECONDO TEMPO

1′ Cominciata la ripresa. Nessun cambio tra le due squadre.

5′ Angolo di Tripoli, Schiavino salta meglio di tutti, ma la palla esce alta.

13′ D’Errico dalla lunga distanza, palla fuori sulla sinistra non di molto.

14′ Risposta bianconera: Malatesta salta un avversario sulla fascia sinistra, mette bene in mezzo con Tripoli che incorna bene, ma la sfera esce.

16′ Traversa del Barletta: punizione per il mancino di Mantovani che rimbalza sulla parte alta del legno difeso da russo.

20′ Con l’ingresso di Scognamillo, un difensore, per un centrocampista, Hanine, ammonito, l’Ascoli è passato al 3-5-2. Pronto ad entrare anche Vegnaduzzo.

25′ Errore in disimpegno di Schiavino che regala palla a Lamantia il cui sinistro spaventa Russo, ma il portiere si distende e blocca in due tempi.

27′ Dentro Vegnaduzzo per Malatesta.

34′ A seguito di una punizione del Barletta deviata in angolo, Bianchi cade a terra a gioco fermo spinto da un avversario. Ne nasce una mischia da dove escono ammoniti Pestrin e Lamantia.

38′ Occasione Ascoli: Tripoli dalla destra mette in mezzo, Bianchi, improvvisato punta, mette fuori da buona posizione.

40’Ascoli stanco ma che cerca di fare la gara in questi ultimi minuti.

43′ RIGORE SBAGLIATO DA CAPECE: penalty procurato da Tripoli. Sul dischetto a sorpresa di tutti va il biondo mediani che, però, manda rasoterra a lato.

45′ Tre di recupero

48′ Finisce la gara. Pareggio ad occhiali davanti ai (pochi) tifosi di casa. Le due squadre creano poco, anche se gli ospiti sfiorani il vantaggio prima con Lamantia (bravo Russo) poi con Mantovani, che da punizione colpisce la traversa. Ma nel finale il grosso rimpianto è del Picchio: fallo du Tripoli in area, Capece va a sorpresa sul dischetto, ma manda fuori rasoterra. Delitto perfettp per uno dei giocatori ‘meno amati’ dalla tifoseria, in contestazione con la società. Ascoli a zero punti in classifica. Tra poco dalla sala stampa dello stadio le interviste post gara.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.846 volte, 1 oggi)