ASCOLI PICENO – Presentata la nuova stagione 2013-2014 del Teatro Ventidio Basso. Un cartellone che spazia tra moltissimi generi e opere diversissime tra loro, rivolte ad un vasto pubblico.

Il Sindaco Guido Castelli afferma che “la proposta del Ventidio debba raccogliere tutte le fasce sociali e tutte le sensibilità e fare in modo che questa proposta culturale vada oltre il nostro territorio, raccogliendo pubblico di altri luoghi”.

“La proposta formulata quest’anno dall’Amat riduce i costi del 10%, ottima in periodi di spending review” prosegue il Sindaco.

Il direttore dell’Amat Gilberto Santini illustra il ricchissimo programma. Si parte il 17 ottobre con il Mercante di Venezia, una storia “shakespeariana” doc, con protagonista Silvio Orlando nei panni di Shylock. A novembre il divertentissimo mondo di Frankenstein Junior, portato in scena dalla Compagnia della Rancia, che vede Giampiero Ingrassia nel ruolo che fu di Gene Wilder, il celeberrimo Prof. Frederick Frankenstein.

Il 15 novembre arriva REmarcheble DAY Ascoli, un microfestival tra le arti contemporanee che coinvolge artisti marchigiani under 35.

Sempre a novembre Claudia Pandolfi sarà in scena con il thriller Parole incatenate, dalle atmosfere inquiete e dal ritmo serrato. Lo spettacolo è diretto da Luciano Melchionna.
Prima di Natale il Ventidio ospiterà Boeing Boeing, una divertente commedia con protagonisti Gianluca Guidi e Gianluca Ramazzotti, che danno vita ad un duo esplosivo.

Il primo spettacolo del 2014 sarà un classico: Quando la moglie è in vacanza, con Massimo Ghini e Elena Santarelli e con le musiche originali di Renato Zero, mentre a febbraio Luca Zingaretti sarà al Ventidio con La Torre d’Avorio, potente dramma ambientato ai tempi della Germania nazista, e che pone il tema attuale della libertà dell’arte di fronte alla politica.

Il 22 e 23 febbraio di scena un dramma pirandelliano, Non si sa come , con cui si cerca di penetrare nei labirinti segreti del cuore e della psiche umana, mentre a marzo, in scena Beppe Fiorello con Penso che un sogno così.., per la regia di Giampiero Solari: un omaggio personale e affettuoso al grande Domenico Modugno.

Il 29 marzo, imperdibile appuntamento con un pluripremiato genio della scena contemporanea, Antonio Latella, che porta in scena Francamente me ne infischio, cinque movimenti liberamente ispirati al celebre Via col Vento, in cui tre attrici portano in scena le varie sfumature di uno stesso personaggio, ovvero, Rossella O’Hara.

Il termine della stagione, ad aprile, con Le tre vecchie, in cui Alessando Marinelli dirige tre attrici nei panni di tre nobili decadute, create dalla penna di Alejandro Jodorowsky.

La danza sarà invece protagonista il 6 dicembre con lo Spellbound Contemporary Ballet e la coreografia di mauro Astolfi. Si tratta di Le Quattro Stagioni di Vivaldi, dove si intrecciano musica, danza, corpi leggiadri e stati emotivi.

Due appuntamenti per i bambini: il 9 febbraio con La bella addormentata e il 16 marzo con La cicala e la formica.

L’Amat comunica, inoltre, che gli abbonamenti saranno in vendita dal prossimo 7 ottobre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 622 volte, 1 oggi)