ASCOLI PICENO – Nel primo semestre 2013 le Marche hanno fatto registrare il miglior dato, fra le regioni italiane, riguardo l’incremento delle esportazioni. E fra le province marchigiane quella di Ascoli, sempre per incremento percentuale, è ai primi posti. “Dati incoraggianti in un momento in cui il fatturato delle imprese ha bisogno di essere salvaguardato e sostenuto a ogni costo – spiega Gino Sabatini, presidente della Cna di Ascoli – che confermano l’importanza dell’azione che come Cna stiamo facendo per formare imprenditori e dipendenti sui meccanismi dell’internazionalizzazione”.

Fra queste azioni ma Cna segnala la serie di seminari che sono appena iniziati, realizzati da Cna stessa e da Fidimpresa Marche in collaborazione con Unicredit. “Il tema del primo incontro – aggiunge Francesco Balloni, direttore di Cna Picena – è stato come aprirsi all’estero e alla globalizzazione. E si è parlato di strumenti, soprattutto finanziari, in grado di supportare in questo percorso anche le piccole e piccolissime imprese. Una vera e propria azione di educazione bancaria e finanziaria rivolta all’internanzionalizzazione”.

“Incontri importanti e che hanno chiamato a raccolta molti nostri imprenditori – aggiunge Irene Cicchiello, funzionaria Cna responsabile del settore – che hanno avuto importanti informazioni utili per avviare o incrementare i rapporti con i mercati esteri attingendo a strumenti e risorse fatte su misura per aziende di piccole dimensioni”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 186 volte, 1 oggi)