ASCOLI PICENO – Il sindaco Castelli ha così commentato la scomparsa del vescovo di Ascoli Silvano Montevecchi.

La scomparsa del nostro Vescovo ha provato una senso di generale mestizia in Città. Una Città che lo ha amato profondamente e che – nel corso dei quindici anni che lo hanno visto alla guida della Diocesi ascolana – ha beneficiato dell’azione pastorale di uomo tanto buono quanto colto.

Nel giugno dell’anno scorso il consiglio comunale di Ascoli volle insignire la cittadinanza onoraria a Don Silvano e mai come in quell’occasione ho percepito il legame che lo univa alla nostra Città. Felice ed emozionato come non mai si sciolse in abbraccio chiamandomi per nome (l’unica volta che è capitato) e con gioia quasi fanciullesca dedicò alla nostra Ascoli espressioni così affettuose da rimanere scolpite nella memoria di tutti i presenti.

. Ci mancherà ma resteranno per sempre le opere e le molteplici realizzazioni che ha donato al nostro territorio. Resteranno soprattutto i suoi insegnamenti, la sua rettitudine e l’esemplaritá di un vita cristiana che la cittá saprà custodire con affetto e riconoscenza.
Grazie Don Silvano. Ti abbiamo voluto bene.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 295 volte, 1 oggi)