VENAROTTA – I colli piceni non sono mai belli come d’autunno, e allora è tempo di ricordare che, in questo periodo, l’agricoltura produce il massimo sforzo per raccogliere i frutti dell’uva da trasformare in vino.

“Il vino cotto: storia, tradizione e innovazione” è il titolo del convegno che animerà l’undicesima edizione della Festa della Vendemmia, in programma domenica prossima 13 ottobre, a Venarotta in Piazza Simonetti. Promossa dalla locale Pro Loco e dall’amministrazione comunale, la festa è un evento che mira a valorizzare le bellezze del territorio e le prelibatezze che l’agricoltura del territorio offre, in particolare nel periodo autunnale.
Il programma prevede una rievocazione della trasformazione dell’uva e nella cottura del mosto che diventerà poi vino cotto. In piazza saranno allestiti numerosi stand che offriranno dolci artigianali di produzione familiare in abbinamento ai vini della cantina sociale dei Colli Venarottesi, con la partecipazione di gruppi folcloristi che renderanno ancor più attraente la giornata. Il convegno sul vino cotto, patrocinato dall’di Ascoli Piceno, è una novità assoluta ed è stato promosso per approfondire con esperti del settore tutti gli aspetti di questo straordinario prodotto tradizionale, la cui cultura è ancora molto diffusa pressoché in tutte le famiglie contadine del Piceno.
Al convegno, che si svolgerà nella sala consiliare del Comune interverranno il professor Leonardo Seghetti che parlerà delle varie procedure della produzione del vino cotto e il professor Camillo Di Lorenzo che attraverso alcune simpatiche provocazioni esplorerà il paesaggio in cui assaggiamo il vino cotto. Chiuderà i lavori con un intervento sugli sviluppi possibili della produzione di vino cotto il presidente della Cantina Sociale Colli Venarottesi, il professor Adamo Castelli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 329 volte, 1 oggi)