ASCOLI PICENO –  Cinquecento “Lo giuro!”. Venerdì 11 ottobre, alle ore 10 presso la Caserma “Emidio Clementi” di Ascoli, circa cinquecento uomini e donne del 3° Blocco 2013, appartenenti al 235° “Piceno” hanno pronunciato il loro “Lo Giuro” al cospetto della Bandiera di Guerra del Reggimento, decorata di Medaglia d’Argento al Valor Militare e di Croce dell’Ordine Militare d’Italia.

All’evento ha presenziato il Generale di Brigata Gabriele Toscani De Col, nuovo Comandante del Reparto Unità Addestrative dell’Esercito, oltre ad Autorità militari, civili e religiose, della città e della provincia e rappresentanze dell’Istituto del Nastro Azzurro e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Nel corso del Suo intervento il Colonnello Aniello Santonicola, Comandante del Reggimento, ha parlato di obbedienza e amore per la Patria, concetti essenziali per qualsiasi cittadino in armi. Obbedire vuol dire eseguire un ordine ma anche osservare le leggi e i regolamenti. “Vi è un movimento ascendente nell’obbedire che ha come culmine l’autodisciplina” e “ogni militare sa che la propria obbedienza è rivolta prima che ai superiori, alla propria persona e al proprio progetto di vita”. Ed infine: “Il Giuramento rappresenta per i militari il faro che illumina il cammino nei momenti di contrasto tra l’interesse dell’Istituzione e quello personale”.

Il Generale di Brigata Toscani De Col dopo aver parlato di Amor di Patria, fedeltà alle Istituzioni, disciplina, onore e senso del dovere quali ideali che devono accompagnare la professione del militare perché “il servizio alla patria ed al suo popolo va oltre gli interessi individuali, nell’interesse del bene comune”, ha rivolto ai Volontari del 3° blocco l’augurio di buona fortuna “sotto cielo senza tempesta, su pista con pozzi generosi e senza predoni”, come recita una formula augurale araba.

Acquisito formalmente con il Giuramento lo status di militare, i soldati del 3° Blocco completeranno il previsto iter formativo di base, per un periodo complessivo di dieci settimane, ed il 19 novembre saranno trasferiti per l’impiego operativo presso gli Enti ed i Reparti dell’Esercito Italiano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.345 volte, 1 oggi)