ASCOLI PICENO – Bicchiere mezzo pieno per come si era messa la gara per l’Ascoli di Pergolizzi contro la Salernitana di Sanderra. Sull’uno a zero, infatti, e con gli ospiti pericolosi e ad un passo dal raddoppio, i bianconeri hanno avuto la reazione giusta che, minuto dopo minuto, ha portato al pareggio di Tripoli, al terzo gol stagionale. Decisivo anche Vegnaduzzo, escluso a sorpresa dai titolari, con l’assist di testa.

Arrivano, intanto, le prime parole di Claudio Lotito, carpite dai colleghi in tribuna. “E’ un campo vergognoso quello di oggi” ha detto, che proseguito col lamentarsi per l’eccessiva leziosità negli ultimi metri dei suoi giocatori.

Rosario Pergolizzi racconta la gara: “”E’ stato un buon punto, sono soddisfatto della gara. Certo, abbiamo fatto meglio nel secondo tempo. Sulle scelte di formazione? Oggi mi do un sei. Una cosa è certa: quando faccio una formazione è perché la ritengo la migliore“. Su Colomba, non apparso al massimo: “Vedo i miei giocatori settimanalmente“. Sull’assenza di Vegnaduzzo dai titolari: “Abbiamo giocato senza punte? No, ne erano due: Tripoli e Falzerano. La settimana scorsa ne ho messi quattro. Oltretutto Vegnaduzzo aveva un problema e ha fatto anche delle iniezioni per giocare”.

Ancora sulla gara: “E’ vero che ci siamo allungati tra metà campo e attacco. Poi nell’intervallo i ragazzi erano sicuri di riprendere la partita. L’avversario di oggi è stato il più forte mai affrontato finora, più del Frosinone. E lotterà per vincere il campionato“. Su Randall: “Mi sto adattando a lui, sto anche studiando l’inglese e non è semplice per uno come me – scherza – . Ha iniziato i primi minuti male, poi ho visto la cattiveria giusta nei contrasti. Come Capece: primo tempo male, nella ripresa è stato tra i migliori“.

Sulle condizioni del campo, oggetto delle lamentele di Lotito: “La palla non scorreva male, ma purtroppo si scivolava. Era bagnato e non potevamo certo asciugarlo“.

Il tecnico Stefano Sanderra: “Abbiamo dominato per tanti momenti tenendo il possesso, poi alla prima disattenzione prendiamo gol, oltretutto evitabile, nel nostro miglior momento. Non è stata la prima volta in questa stagione”. Ancora sul match: “Non abbiamo avuto il guizzo finale nell’ottenere i tre punti che meritavamo“.

Pietro Tripoli in sala stampa: “Pari giusto, purtroppo ci distraiamo su palla inattiva. Noi comunque abbiamo fatto il nostro e, con qualche ripartenza fatta meglio potevamo anche vincere. Spero di continuare così, perché stiamo crescendo“. Con o senza Veganduzzo: “Certamente meglio con lui in campo che porta via i centrali. Ma per tanti motivi non ha potuto giocare”. Sulla gara: “I primi minuti non abbiamo giocato male, poi abbiamo cercato troppo i lanci lunghi“.

Sul suo bottino personale: “Sempre bello fare gol, gioco per questa squadra, ma l’importante non è chi fa gol, ma portare il successo a casa“. Sul gol: “Mi aspettavo l’assist, poi l’ho stoppata male, ma l’importante è fare gol“. “La cosa di cui sono più contento è che la gente sta tornando: chiedo alla gente ascolana di venire anche nelle partite meno importanti, dove il risultato sembra scontato. Ringrazio tutti quelli venuti oggi, ma hanno un buon potenziale anche loro. Conosco i tanti problemi, ma spero che siano ancora di più“.

Ecco il capitano Manolo Pestrin: “Cerco di mettere il mio repertorio a disposizione della squadra che, comunque, può e deve crescere. Abbiamo diversi infortunati e ciò non permette tante scelte. Ma chi gioca ci mette tanta corsa e determinazione. Questo mi soddisfa“. Sull’andamento della gara: “Abbiamo iniziato meglio di loro come approccio, poi è venuta fuori la loro qualità e andare sotto è stata una mazzata per come è arrivato il gol. Abbiamo commesso qualche errore di troppo – spiega – e questo è il rammarico maggiore“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.170 volte, 1 oggi)