ASCOLI PICENO – In vista del lancio ufficiale del “Prestito d’Onore Piceno”, previsto nelle prossime settimane, il Presidente della Provincia Piero Celani ha voluto incontrare, nei giorni scorsi, i rappresentanti delle associazioni di categoria che affiancheranno in qualità di “tutor” gli aspiranti imprenditori, assistendoli gratuitamente nello svolgimento di ogni pratica burocratica e tecnica del bando.

Presenti alla tavola rotonda, tenutasi al Centro per l’Impiego di via Kennedy, c’erano gli esponenti di C.I.D.E.C. (Confederazione Italiana degli Esercenti e Commercianti), C.I.A. (Confederazione Italiana Agricoltori), Confcommercio, Confindustria e Confartigianato Imprese. In sala anche i rappresentanti dei due Istituti di credito (Società finanziaria “Ottavio Sgariglia Dalmonte” e Banca Picena Truentina) che hanno risposto con interesse ed entusiasmo all’iniziativa promossa dalla Provincia.

Dopo aver illustrato i compiti e le competenze che spetteranno ai tutor, il Presidente Celani, affiancato dall’Assessore al Lavoro Aleandro Petrucci, dalla dirigente del servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro dottoressa Matilde Menicozzi e dalla funzionaria dottoressa Carla Urbani, è entrato nei dettagli del progetto che, una volta pubblicato nell’Albo pretorio e nel sito istituzionale della Provincia, sarà a tutti gli effetti esecutivo.

“Vogliamo dare un segnale forte e tangibile al territorio, veicolando un messaggio positivo e di ottimismo nonostante le morse di una crisi economica molto profonda – ha dichiarato Celani – si tratta di un intervento di valore realizzato dalla Provincia in collaborazione con la Regione Marche, la Banca Picena Truentina, l’Intermediario Finanziario “Ottavio Sgariglia Dalmonte”. Un’idea pensata per alimentare la capacità di fare impresa in tante persone desiderose di mettersi in gioco. Mi preme sottolineare che contenuti e aspetti tecnici del bando saranno pubblicati a breve sul nostro sito istituzionale, oltre che attraverso una dettagliata campagna di comunicazione, incontri informativi e seminari organizzati in diverse zone della provincia. Nostro auspicio è che il progetto possa far scaturire quella scintilla creativa che riesca a dare una piccola ma significativa scossa all’intero sistema produttivo locale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 311 volte, 1 oggi)