ASCOLI PICENO – La cucina Picena continua a stupire la Grande Mela. E’ molto soddisfatto Raffaele Rossi Consigliere Provinciale, che ci racconta come la nostra cucina sia amata e apprezzata Oltreoceano.

“Abbiamo fatto amicizia con Francine Segan, giornalista molto nota negli States, che ha organizzato alcuni eventi a New York” prosegue Rossi, “lei ha scritto un libro sulla pasta, con una tiratura di centomila copie, riservata ad un pubblico di nicchia. All’interno c’è la ricetta dei maccheroncini con il ragù piceno. Tengo a precisare che Francine Segan ha fatto una dedica soltanto al Piceno, lodando le nostre eccellenze. Gli altri, questo priviliegio non l’hanno avuto.”

Francine Segan è stata nel Piceno due anni fa ed è rimasta impressionata dalla calda accoglienza ricevuta e ha ricambiato organizzando quattro eventi a New York riservati al Piceno.

“Abbiamo avuto successo perchè c’è stata una forte sinergia con le cantine locali. A New York hanno apprezzato molto anche i vini locali. Ricordo che abbiamo preparato circa quindici chili di olive all’ascolana, maccheroncini di Campofilone, pizze al formaggio e tanto altro. Il tutto è stato molto apprezzato”, prosegue Raffaele Rossi.

Il consigliere provinciale ricorda anche il dato rilevato anche da Confindustria: il numero dei turisti americani che hanno visitato il Piceno è aumentato di 3 volte rispetto a tre anni fa.

Lo chef Emilio Pasqualini aggiunge che “gli americani sono appassionati di tutto quello che viene dall’Italia ed apprezzano anche tutto quello che non è OGM”. “Hanno dimostrato interesse per tutto quello che ho preparato da loro, apprezzando i nostri metodi di cottura e bollitura. Ricordo con piacere che il direttore dell’International Culinary School of New York (una delle più prestigiose scuole di cucina negli States, ndr) è stato mio ospite e gli ho mostrato tutte le nostre specialità”.

Raffaele Rossi rivela altre sorprese in vista per i prossimi mesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 592 volte, 1 oggi)