ASCOLI PICENO – Dimenticata la scoppola di Coppa Italia, da analizzare, tuttavia, senza troppi allarmismi, l’Ascoli si rituffa in campionato. Domani al ‘Del Duca’ (inizio alle 14,30) arriverà il Lecce di Franco Lerda, per un match che si prospetta quasi proibitivo per i ragazzi di Rosario Pergolizzi, visti i valori iniziali delle due squadre. Nonostante un pessimo inizio di campionato, infatti, che ha costato la panchina a Francesco Moriero, i salentini stanno risalendo la classifica, facendo fruttare il loro bagaglio tecnico e d’esperienza.

Domani ci vorrà una prestazione super, migliore a quella di Catanzaro, ma anche a quella in casa contro la Salernitana – spiega Pergolizzi alla vigilia -. Li affronteremo consapevoli della loro forza, ma anche coscienti di andare in campo per potercela giocare“. Nessuna scoria, dunque, dal match perso mercoledì scorso contro il Grosseto: “Molti elementi scesi in campo giocavano per la prima volta dall’inizio e non avevamo i 90′ nelle gambe. E’ normale, poi, che i giovani abbiamo degli alti e bassi nella crescita. Tuttavia – continua – non ci devono essere cali di concentrazione e di carattere“.

Nessuna influenza negativa, a sentir parlare il tecnico siciliano, neanche dalla notizia dei due punti di penalizzazione. “Non dobbiamo avere nessun alibi, il nostro obiettivo è fare più punti possibili, poi se ce li tolgono non ci deve interessare. Abbiamo, io per primo, altri problemi che quello di stare a guardare la classifica. Siamo qua per allenarci – insiste -, anche se il mio obiettivo è far sì che tutta questa situazione non pesi eccessivamente. Il traguardo è e resta di arrivare tra le prime nove“. Infine, sui tifosi bianconeri, che (eccezion fatta in Coppa Italia) stanno apprezzando la grinta e il carattere messi in campo dai giocatori nelle ultime apparizioni: “La squadra gioca per la gente, questo è sicuro. Io li vorrei sempre vicino e mi auguro che domani siano più numerosi di quelli visti con la Salernitana“.

Ultime di formazione. Diciotto i convocati per la sfida, tra i quali i rientranti Scalise (difficile torni dal 1′, ma non si sa mai…) e Gragnoli, chiamato vista l’assenza dello squalificato Malatesta. Disponibile anche Colomba, che tornerà titolare a centrocampo insieme a Pestrin e Capece, in netto miglioramento nelle ultime gare e che il suo allenatore definisce “cresciuto in sicurezza e con margini di miglioramento“. In attacco favorito tridente Falzerano-Vegnaduzzo-Tripoli.

Nel Lecce non recupera Miccoli, mentre ci saranno gli ex bianconeri Parfait e Doumbia. Non Beretta, assente per infortunio così come Bellazzini e Sacillotto.

Allegato all’articolo il video dell’intervista al tecnico bianconero, con riprese e montaggio di Vincenzo Ingiulla, in onda su Super J Tv (canale 603 per Marche e Val Vibrata, 634 per l’Abruzzo).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 470 volte, 1 oggi)