ASCOLI PICENO – Cultura e ambiente a braccetto. Presentata al Centro Commerciale “Al Battente” la nuovissima struttura itinerante Casa Corepla, aperta alle scuole primarie del territorio e a tutti i cittadini che frequentano il centro commerciale.

Casa Corepla riproduce l’interno di un appartamento, luogo familiare per eccellenza dove si compiono le azioni di riciclaggio degli imballaggi di plastica. Si tratta di un’esperienza didattica originale che ha già fatto tappa a Reggio Emilia ed arriva ad Ascoli dopo l’esperienza triestina.

Ogni locale di questa piccola casa è teatro d una fase: il salotto permette un focus sulla funzione odierna dell’imballaggio, mentre la cucina è dedicata all’apprendimento e al riconoscimento dell’imballaggio per il suo corretto conferimento nella raccolta differenziata e la stanza dei giochi mostra come si trasforma l’imballaggio una volta riciclato.

In ognuno di questi ambienti il visitatore sarà coinvolto in attività ludico/didattiche, incluse un’esperienza innovativa di realtà aumentata che potrà poi essere replicata a casa o da scuola.

Nel 2012 sono stati conferite a Corepla, il consorzio nazionale senza scopo di lucro per la raccolta ed il riciclo degli imballaggi in plastica, 217 tonnellate di imballaggi in plastica raccolti ad Ascoli, con una resa pro capite pari a 4,4 kg per abitanti all’anno. Si tratta di un risultato molto inferiore alle medie regionali e nazionali, ma nel periodo gennaio- settembre 2013 sono state conferite 300 tonnellate, pari a 8 kg per abitanti all’anno. C’è stato, quindi, un raddoppio delle quantità di imballaggi in plastica raccolti rispetto all’anno precedente.

L’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ascoli, Giovanna Cameli sottolinea come “la ricettività dei più piccoli sarà volano di cultura del riciclo. I più piccoli sono sicuramente i più sensibili. Queste iniziative sicuramente favoriscono questo aspetto”.

La Vicepresidente del Gruppo Gabrielli, Laura Gabrielli afferma che ” quella di Corepla è dimostrazione concreta di come pubblico e privato possano collaborare per fornire una buona attività di divulgazione su un tema attuale come quello della differenziata”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 319 volte, 1 oggi)