Il video sarà visualizzabile anche sui canali della televisione digitale terrestre Super J Tv, visibile al canale 603 nelle Marche e in Val Vibrata e 624 in Abruzzo
Riprese e montaggio di Arianna Cameli
Intervista di Pier Paolo Flammini

ASCOLI PICENO – “Con Rosario Pergolizzi avevo e ho mantenuto un buon rapporto. Ci ho appena parlato. Anche se continuo a non capire perché si sia dimesso. Qualcuno ricorda le dimissioni di un allenatore dell’Ascoli, per lo più ascolano acquisito?” Così il presidente dell’Ascoli Guido Manocchio in merito al momento sportivo bianconero, che però è accompagnato da un ancor più complicato momento societario.

Manocchio, subentrato al suocero Roberto Benigni lo scorso 30 settembre, è consapevole delle difficoltà e durante la conferenza stampa del 29 ottobre ha spiegato: “Il momento in Italia è quello che è per cui, in previsione dell’aumento di capitale sociale previsto entro il 18 dicembre, stiamo pensando di coinvolgere fondi di investimento esteri che operano in Italia. Speriamo di riuscirci”.

Riguardo la sua posizione e le contestazioni della tifoseria nei confronti della società, Manocchio ricorda che “fin dal mio arrivo ho spiegato che le nostre porte sono aperte a tutti coloro che vogliono aiutare l’Ascoli, e io sono disposto a fammi da parte non appena qualcuno bene intenzionato vorrà prendere il mio posto”.

Abbiamo bussato a diverse porte, ma qui in zona tutte sono rimaste chiuse – spiega il numero uno bianconero – So che il momento economico non è dei migliori ma ci sono imprese che lavorano con l’estero che si trovano bene. Purtroppo le famiglie ascolane che potrebbero aiutarci sono ferme perchè temono, nel caso la squadra dovesse andare male, per la loro tranquillità”.

Il presidente bianconero ha aggiunto: “Vero che la società ha dei debiti, ma ha anche dei crediti. Pochi ricordano l’addio di Papa Waigo, stiamo cercando di ottenere il giusto riconoscimento del danno ma i tempi Fifa sono lunghi. Riguardo le voci sulle istanze di fallimento devo smentire tutti, non esiste nulla al momento in discussione nei tribunali”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.412 volte, 1 oggi)