ANCONA – Sciopero generale di 4 ore, venerdì 15 novembre, proclamato da Cgil, Cisl e Uil. Lo sciopero è “finalizzato a cambiare profondamente la legge di Stabilità proposta dal Governo” perché, secondo i sindacati, non attua la svolta necessaria al Paese: è fondamentale infatti in questa fase così difficile, ridurre le tasse a lavoratori e pensionati, indirizzare risorse per il lavoro, l’ innovazione e le politiche sociali. Il sindacato rivendica, tra l’altro, meno tasse anche alle imprese che creano buona occupazione, sollecita la rivalutazione delle pensioni e la riqualificazione della Pubblica amministrazione. Per Cgil, Cisl e Uil inoltre va rifinanziata subito la cassa integrazione in deroga.

Per l’occasione, nelle Marche si svolgeranno varie manifestazioni, in ognuna delle province.

Ad Ancona, la manifestazione provinciale si terrà a Fabriano con concentramento alle ore 9 al Pala Guerrieri, a Fermo, la manifestazione provinciale si terrà, a partire dalle ore 9,30, in piazzale Azzolino: domani, intanto, in preparazione dello sciopero, si svolgerà a Servigliano, presso la sala del teatro comunale alle ore 21 un’assemblea pubblica. Ad Ascoli Piceno, la manifestazione si terrà a Piazza Simonetti alle ore 17 mentre a Pesaro la manifestazione provinciale si svolgerà a Piazzale Lazzarini, con concentramento a piazzale Matteotti alle ore 9.

A Macerata, la manifestazione sarà a Piazza San Giovanni con partenza corteo alle ore 8,30 dal monumento dei Caduti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 142 volte, 1 oggi)