ASCOLI PICENO – Rischio di serrata del trasporto su gomma anche per il Piceno e alla vigilia delle festività natalizie. Le confederazioni dell’autotrasporto hanno infatti proclamato il fermo dei servizi dell’autotrasporto a partire dalla mezzanotte di lunedì 9 dicembre fino alle 24 di venerdì  13 dicembre.  “Siamo consapevoli della gravità della decisione – spiega Roberto Grazioli, presidente provinciale della Cna Fita – ma il taglio del rimborso delle accise, l’assoluta incertezza sulle risorse destinate al settore con particolare riferimento agli interventi per il contenimento del costo del lavoro, la mancata emanazione dei provvedimenti richiesti sulla riforma dei poteri assegnati all’Albo e l’assenza di iniziative concrete per arginare il fenomeno del cabotaggio abusivo praticato dai vettori esteri, sono le principali motivazioni che hanno indotto le associazioni ad assumere la decisione di proclamare il fermo”.

“Confidiamo sul fatto che si possa continuare il confronto – aggiunge Francesco Balloni, direttore provinciale Cna – per trovare soluzioni con incontri e trattative sia a livello nazionale che territoriale. Noi come Cna Fita del Piceno siamo pronti a percorrere ogni strada possibile, sia per salvaguardare le nostre imprese dell’autotrasporto che sono sempre più al collasso, sia per evitare ulteriori traumi a un territorio già fortemente provato dalla crisi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 538 volte, 1 oggi)