ASCOLI PICENO – Matteo Renzi conquista il Piceno. Domenica sono andate in scena le elezioni per la pre-selezione dei candidati alla segreteria nazionale del Pd e alla elezione dei rappresentanti nella convenzione provinciale che si svolgerà il prossimo 20 novembre. Il rottamatore si impone su tutto il territorio con il 54,3%, seguito da Gianni Cuperlo al 30,1%. Solo il 14% per Pippo Civati, mentre Gianni Pittella raggranella l’1,6%.

Sorpresa ad Offida, dove il distacco tra i due contendenti è di settantatré lunghezze. L’amministratore fiorentino si è imposto su Cuperlo per 81 voti a 8. Non pervenuti affatto gli outsider Gianni Pittella e Pippo Civati.

Un appuntamento considerato inutile dai più, ma che già racconta ad esempio l’insuccesso politico dell’ex primo cittadino Lucio D’Angelo, che si era espresso in favore di Cuperlo. Discorso opposto per l’attuale sindaco, Valerio Lucciarini, che nelle settimane scorse era al contrario salito sul carro dei renziani.

LE ALTRE REALTA’ A Castel di Lama 23 le preferenze per Renzi, 10 quelle per Cuperlo e 9 quelle per Civati. A Cossignano Renzi prende 8 voti, Cuperlo 5 e Civati 2. A Colli del Tronto Cuperlo si impone su Renzi 16 a 13, mentre a Castignano per 10 a 6.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.250 volte, 1 oggi)