ASCOLI PICENO – Tornano le “Mattinate Fai per le scuole”. Il Fondo Ambiente Italiano invita gli studenti a scoprire il patrimonio storico artistico delle loro città: ad Ascoli l’evento avrà luogo nella Pinacoteca Civica, mercoledì 20 e giovedì 21 novembre. In orario scolastico gli studenti delle scuole elementari aderenti al progetto avranno l’occasione di partecipare a visite guidate condotte dagli Apprendisti Ciceroni delle scuole medie, studenti formati dagli insegnanti che aderiscono al progetto Fai.

Ad Ascoli il progetto ha visto la collaborazione del Comune, dell’Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche ed ha ottenuto un grande seguito: gli alunni visitatori delle scuole primarie (elementari) di Ascoli e Offida saranno 500 circa. Gli Apprendisti Ciceroni (alunni delle scuole medie di Ascoli) saranno 67 e guideranno le classi alla scoperta della Pinacoteca Civica.

Avvicinare il mondo dei giovani alla storia e alla cultura del luogo e vivere l’insolita esperienza di educazione tra pari e di cittadinanza attiva: questo l’obiettivo del Fondo Ambiente Italiano. Con le “Mattinate Fai per le scuole” gli studenti scoprono le bellezze della propria città e del territorio a loro vicino grazie a un’uscita didattica economicamente sostenibile e culturalmente pregnante. E’ importante che la scuola non rimanga un recinto separato dal resto del mondo, deve essere la sede in cui i giovani si preparano ad entrare a far parte a pieno titolo della società. Non basta una conoscenza teorica, ma bisogna avere un’esperienza diretta e vivere i monumenti artistici e le bellezze del paesaggio.

“Vogliamo far nascere nei giovani la consapevolezza del valore che i beni artistici e paesaggistici rappresentano per il sistema territoriale – sostiene Alessandra Stipa, presidente Fai Marche – Arte e paesaggio sono il bene più prezioso che possediamo, fonte inesauribile per il turismo, uno dei principali motori economici del Paese e perciò meritevole di essere tutelato”.

LA PINACOTECA CIVICA DI ASCOLI

(www.ascolimusei.it)

Istituita ufficialmente il 4 agosto 1861, vigilia della festa patronale di Sant’Emidio, per merito di due artisti ascolani, Giorgio Paci (1820-1914) e Giulio Gabrielli (1832-1910), la cospicua raccolta artistica, con oltre 800 oggetti tutt’ora esposti, è ospitata “ab antiquo” nell’imponente Palazzo Arringo. I due primi allestitori attinsero opere dalle quadrerie dei monasteri di Sant’Angelo Magno, di San Domenico e dei Gesuiti, entrate a far parte delle proprietà comunali a seguito della soppressione degli ordini religiosi decretata dal prefetto Valerio nel gennaio 1861.

La collezione si arricchì ulteriormente nel 1909 con 12.000 stampe e disegni ceduti da Giulio Gabrielli; nel 1917 con l’arrivo di numerose opere ottocentesche concesse in deposito dalla Galleria d’Arte Moderna di Roma; nel 1920 con l’acquisizione del legato Ceci (una collezione costituita da più di cento dipinti, sculture e ceramiche, lasciate dal chirurgo Antonio Ceci alla sua città natale) e quindi con i numerosi dipinti acquistati dalle varie amministrazioni comunali che si sono succedute fino ad oggi.

Tra le preziose opere custodite spiccano per importanza: il Piviale del XIII secolo, di manifattura inglese, donato nel 1288 al Duomo di Ascoli da Papa Niccolò IV, i dipinti di Carlo Crivelli (i due trittici di Valle Castellana XV sec.), Cola dell’Amatrice (La salita al Calvario,1527), Tiziano (San Francesco riceve le stigmate, XVI sec.), Guido Reni (Annunciazione, 1575), Strozzi, De Ferrari, Magnasco, Mancini, Morelli, Palizzi e Pellizza da Volpedo (Passeggiata amorosa, 1901). Le opere sono ambientate in splendide sale, ammobiliate con rare consolles, poltrone, specchiere e cassettoni del XVIII e XIX secolo che, con i preziosi tendaggi ed i lampadari di Murano, ricreano l’atmosfera e la suggestione di un palazzo aristocratico.

Apprendisti Ciceroni® coinvolti nelle Mattinate – N° 67

Dati delle scuole di Ascoli:

Scuola Media Statale Massimo d’Azeglio (ISC Ascoli Centro – D’Azeglio)
Classi 2aA, 3aA, 3aB, 3aC
N° studenti Ciceroni coinvolti 12
Insegnante referente del progetto prof.ssa Patrizia Corradetti

Scuola Media Statale Ceci (ISC Borgo Solestà – Cantalamessa)
Classi 2aB, 3aA, 3aB
N° studenti Ciceroni coinvolti 12
Insegnante referente del progetto prof.ssa Roberta Scarpetti

Scuola Media Luciani (ISC Luciani – San Filippo)
Classi 3ac, 3aE
N° studenti Ciceroni coinvolti 13
Insegnante referente del progetto prof. Luigi Bonifazi e prof.ssa Antonella Bruni

Scuola Media di Monticelli (ISC Don Giussani – Monticelli)
Classi 2aA, 2aB, 2aC
N° studenti Ciceroni coinvolti 18
Insegnante referente del progetto prof.ssa Elisabetta Luzi

Istituto Suore Pie Operaie dell’Immacolata Concezione
Classi 2° media
N° studenti Ciceroni coinvolti 12
Insegnante referente del progetto prof.ssa Piera Galiè

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 261 volte, 1 oggi)