ASCOLI PICENO –Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa dell’associazione studentesca La Fenice

Questa mattina, martedì 19 novembre, presso l’Usp di Ascoli Piceno, si è svolta la prima riunione della Consulta Provinciale degli studenti.

Al termine dell’assemblea, alle ore 12:45, all’esterno dell’edificio un gruppo di ragazzi appartenenti alla nota associazione culturale Blocco Studentesco di ispirazione fascista, ha aggredito uno dei rappresentanti del Liceo Scientifico Rosetti di San Benedetto del Tronto afferrandolo violentemente per i capelli, schiaffeggiandolo e sputandogli.

Gli aggressori, inoltre, si sono scagliati anche in modo verbale nei confronti del ragazzo, consigliandoli di non esprimere le sue idee antifasciste in una città come Ascoli, altrimenti ci sarebbero state ripercussioni. Infine hanno espresso il loro disprezzo nei confronti dei partigiani ascolani.

Una vera vergogna per una città come Ascoli Piceno che durante la Seconda Guerra Mondiale ha dimostrato un forte valore militare con la Resistenza sul Colle San Marco. Questo episodio è, tristemente, uno dei tanti impuniti che sono accaduti durante il mandato del Sindaco Castelli al quale chiediamo ancora una volta di non “tapparsi gli occhi” davanti a questi avvenimenti diventando automaticamente complice. Siamo stufi di sentir parlare di Ascoli come città della cultura quando quotidianamente ci troviamo di fronte a comportamenti e ideologie che non hanno nulla a che vedere con la cultura.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 12.761 volte, 1 oggi)