ASCOLI PICENO – In scena al Teatro Ventidio Basso, il 23 e il 24 novembre, “Parole Incatenate” porta sul palco cittadino due amati protagonisti del cinema e della tv: Claudia Pandolfi e Francesco Montanari.

Diretto da Luciano Melchionna, noto nel circuito teatrale per aver diretto numerose edizioni dello spettacolo itinerante e innovativo dal titolo “Dignità Autonome di Prostituzione”, “Parole Incatenate” è un thriller  pluripremiato e scritto da Jordi Galceran, che ha ottenuto fama a livello internazionale con “Il metodo Grönholm”. La trama si svolge attorno al misterioso rapporto che lega una donna (Claudia Pandolfi), imbavagliata e legata ad una sedia, da un uomo che ha appena commesso un omicidio (Francesco Montanari).

La scenografia, che riproduce un vecchio cinema abbandonato, ha come obiettivo quello di catapultare il pubblico in un’atmosfera inquietante. Sullo schermo di fronte alla donna scorre un filmato, in cui l’uomo confessa di essere un serial killer e di aver già ucciso diciassette persone: una al mese, tutte scelte a caso. La giovane donna, legata e imbavagliata, assiste inerte all’inquietante proiezione finché non si riaccendono le luci e quello stesso uomo, serafico e sorridente, appare accanto a lei.

L’opera si caratterizza per lo stile serrato e con la sua perfetta strutturazione, i suoi tocchi di crudeltà e perversione,  il suo convulso susseguirsi di colpi di scena non è solo un thriller mozzafiato ma una storia profonda e complessa, un duello senza esclusioni di colpi, in cui verità e finzione, desideri e bugie parlano della parte oscura e torbida che è in ciascuno di noi.

“Parole Incatenate” arriva ad Ascoli con 2 repliche, la prima sabato 23 novembre alle 20.30, la seconda domenica 24 novembre alle 17.30. Biglietti da 11 a 28 euro, per maggiori info e prenotazioni, rivolgersi alla biglietteria di Palazzo dei Capitani (0736 244970).

 

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 649 volte, 1 oggi)