ASCOLI PICENO – Scontri tra le tifoserie al termine di Perugia-Ascoli, gara di Prima Divisione Girone B, conclusa 3-2 per gli umbri.

Al termine dell’incontro, mentre i tifosi marchigiani stavano rientrando verso il parcheggio dove avevano lasciato automobili e pullman, vi è stato un vero e proprio agguato da parte di una trentina di tifosi del Perugia, con conseguenti scontri tra le due parti. Sul posto, dopo che gli ultras biancorossi pare se ne fossero già andati, è sopraggiunta la polizia con conseguenti cariche e lancio di lacrimogeni. Nell’occasione, un 22enne tifoso ascolano, F.F., è stato fermato dalle forze dell’ordine e portato in questura.

Tuttavia non è finita qui: una volta ripartita la carovana ascolana, dopo appena qualche centinaia di metri, vi è stato un nuovo agguato da parte dei tifosi umbri con una sassaiola contro il pullman della squadra, con vetri infranti in due diversi punti, e di due pullman di tifosi: quello del gruppo ‘Veterani ’74‘ e quello dell’associazione ‘Solo x l’Ascoli‘. Per fortuna nessun ferito nell’occasione.

A sorprendere, nelle riflessioni di fine giornata, sono le modalità di come sono avvenuti gli scontri: è mai possibile che le (poche) camionette presenti non abbiamo potuto evitare l’avvicinarsi del gruppo dei tifosi perugini, sia sul piazzale sia attorno alla carovana, il tutto a poche decine di metri dal ‘Renato Curi’?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 8.488 volte, 1 oggi)