ASCOLI PICENO – Si chiude il ciclo di sette seminari organizzati dal Consorzio Universitario Piceno iniziati lo scorso 25 ottobre con una tavola-rotonda sul tema “Fast or slow communication?” che verrà introdotta da una relazione di Andrea Ferrazzi, animatore e fondatore del movimento “Slow Communication” che si propone di promuovere una nuova cultura digitale fondata sulla ricerca di un equilibrio sostenibile tra la velocità e l’immediatezza del web e il pensiero “lento”, lineare e approfondito.

Alla tavola rotonda, coordinata da Gianluca Vagnarelli dell’Università di Macerata, prenderanno parte Achille Buonfigli (Presidente del CUP), Guido Castelli (Sindaco di Ascoli Piceno), Piero Celani (Presidente della Provincia di Ascoli), Lucia D’Ambrosi (delegata del Rettore per la comunicazione istituzionale dell’Università di Macerata) e Stefano Traini (Professore Associato di Semiotica e Vice-Preside della Facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università di Teramo).

“Il bilancio conclusivo di “Forme della Comunicazione Politica” è certamente positivo. L’obiettivo che questo ciclo di seminari si era originariamente dato e cioè quello di allargare l’offerta formativa rivolgendosi non solo agli studenti iscritti ai corsi dell’ateneo maceratese ma anche a tutti coloro che, per ragioni varie, si occupano della comunicazione in ambito pubblico è stato certamente raggiunto. La partecipazione ai vari incontri è stata numerosa e qualificata, ad essi hanno preso parte diversi amministratori locali – compresi molti sindaci del Piceno – dipendenti pubblici che professionalmente si occupano di comunicazione istituzionale e cittadini interessati a comprendere le dinamiche della odierna comunicazione politica. Manifestazioni di interesse nei confronti dell’iniziativa sono inoltre giunte dai più diversi livelli istituzionali e anche da fuori del territorio provinciale e regionale. Tutti segnali che incoraggiano”, afferma Achille Buonfigli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 113 volte, 1 oggi)