ASCOLI PICENO – Un piccolo (grande) peso in meno per la Provincia di Ascoli. Dal primo gennaio 2014 gli impianti di illuminazione a servizio degli svincoli dell’Ascoli Mare di Monteprandone e San Benedetto del Tronto, nonché la relativa segnaletica complementare luminosa, passeranno ufficialmente in carico dalla Provincia all’Anas. E’ stato infatti firmato,  dopo un sopralluogo congiunto dei tecnici dei due Enti nelle zone interessate, il verbale di consegna delle 5 torri faro a servizio dello svincolo con la SS16 Adriatica e la S.P. 227 Raccordo Ascoli Mare – P.to D’Ascoli e dei lampeggianti bivio di Monteprandone e bivio Pescara.

“Si tratta del primo e importante passo per il successivo passaggio all’Anas anche delle stazioni di sollevamento che entrano in funzione in caso di piena del fiume Tronto come recentemente accaduto ed a breve convocherò un incontro con l’Anas ed i sindaci interessati per concordare le modalità operative di tale passaggio – dichiara il Presidente della Provincia Piero Celani – l’atto firmato oggi è la conferma di quanto sempre sostenuto dall’Amministrazione Provinciale: cioè che gli impianti idrici e di illuminazione sono di competenza dell’Anas in quanto realizzati al servizio esclusivo dei raccordi autostradali e a seguito di perizia di variante del progetto esecutivo del quarto lotto della stessa superstrada. Si avvia quindi a positiva conclusione un lungo e complesso iter – precisa il Presidente – che questa Amministrazione aveva ereditato dalle precedenti e che aveva seguito con sollecitudine fin dall’inizio provvedendo anche, in via collaborativa e per esigenze di pubblica incolumità, ad assicurare la manutenzione ordinaria degli impianti in questione e il pagamento delle utenze relative”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 315 volte, 1 oggi)