ASCOLI PICENO – “Una città per tutti. Nessuno escluso” è il tema di un importante convegno sul Welfare organizzato dal Comune di Ascoli in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche in programma sabato 14 dicembre, con inizio alle ore 9.30, nella sala Congressi della Camera di Commercio.

Con questa iniziativa l’Amministrazione Comunale presenterà alla città una fotografia del nostro welfare ed in particolare degli interventi messi in atto nei settori cruciali dei minori, degli anziani e della disabilità, attraverso uno studio analitico e puntuale svolto dall’Università Politecnica delle Marche ed illustrato dal professor Gianluca Gregori.

La tavola rotonda, moderata dal dottor Giuseppe Frangi, direttore di “Vita”, giornale italiano interamente dedicato al sociale, allargherà il panorama con gli interventi di diversi esponenti del Terzo Settore, dell’Università e delle Istituzioni.

Gli interventi programmati sono del direttore di Tecla, Mario Battello, su “Il contrasto alla povertà nella strategia Europa 2020”, Domenico Panichi della Cooperativa sociale Il Picchio su “L’Housing sociale ad Ascoli Piceno”, Giancarlo Ciabattoni dell’Associazione Betania onlus su “L’esperienza dell’Emporio della Carità nella Diocesi di Ascoli Piceno”, Cesare Rapagnani, coordinatore dell’ATS XXII su “L’esperienza dei voucher nell’assistenza diretta”, Roberto Spinucci di Banca dell’Adriatico su “Il prestito della speranza, una nuova forma di microcredito” e Rosita Deluigi dell’Università di Macerata sul tema “Costruire legami di fiducia per un welfare di prossimità”.

L’obiettivo del convegno è quello di fornire un quadro il più possibile ampio su quel “Welfare di Comunità” che l’Amministrazione comunale di Ascoli anche attraverso l’Assessorato alle Politiche Sociali, ha inteso realizzare, stringendo un patto sempre più stretto ed efficace con le risorse umane, culturali e professionali del nostro territorio, coinvolgendo attivamente il mondo del volontariato e del Terzo Settore in generale, allo scopo di costruire insieme un autentico welfare di comunità, una città nella quale tutti abbiano piena cittadinanza, una città per tutti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 325 volte, 1 oggi)