ASCOLI PICENO – L’Accademia Tiberina, nel celebrare il suo bicentenario di fondazione riparte alla conquista del mondo con “legionari” Illustrissimi che si aggiungeranno al lungo elenco di cattedratici, sommi pontefici, insigni poeti, pittori, scultori e musicisti, uomini di stato e di intelletto, vere pietre miliari dei duecento anni della sua storia.

La “Roma caput mundi” riconosciuta culla della cultura e della storia dell’uomo, sintesi delle più arcaiche tradizioni, sarà il punto di partenza di un messaggio ecumenico e di promozione degli intelletti.

Sono sempre più importanti accademici che, tenendo come riferimento il solco della tradizione, contribuiscono e contribuiranno attraverso le arti, alla costruzione di un nuovo mondo votato alla positiva crescita e consapevolezza interiore dell’essere uomo, come ricordato a più riprese, nelle gesta più che nelle parole, dal Sommo Pontefice Papa Francesco.

Nel celebrare il suo 200esimo Anno Accademico l’Accademia Tiberina già Pontificia raccoglie intorno al dotto tavolo 200 menti illuminate, una per ogni anno della sua esistenza, ingaggiando nuovi intelletti mondiali per un unico grande obiettivo : il trionfo dell’uomo al servizio del pianeta.

L’occasione della Celebrazione dei 200 anni della Tiberina è anche, more solito, l’occasione per l’investitura dei nuovi Accademici Nazionali e da quest’anno anche Internazionali oltre che la sede per la Premiazione con l’Unione della Legion D’Oro di quelle attività e Professioni distintesi nel mondo economico e sociale per l’impegno produttivo, l’innovazione e la promozione di alti valori etici ed umanitari.

Per la Regione Marche saranno premiati il noto chirurgo di traumatologia oculare Cesare Forlini, reduce del recente premio ricevuto a New Orleans nella straordinaria cornice internazionale del più grande congresso annuale di oftalmologia la Helen Keller fondation for Research e Education; il Maestro Gianfranco Stortoni, da anni attivo nel mondo operistico nei maggiori teatri nazionali e internazionali, come l’Arena Sferisterio di Macerata, il Teatro “Delle Muse” di Ancona, il Teatro”G.B.Pergolesi” di Jesi, il Teatro Regio di Parma e il Teatro San Carlo di Napoli, il teatro l’Astana in Kazakhstan recentemente inaugurato; l’Avv. Davide Massimo Aliberti, Presidente dell’Associazione Culturale Ascoli per Ascoli da 10 anni al servizio della collettività in virtù di progetti sociali e di solidarietà nonchè già Assessore alla Cultura del Comune di Ascoli Piceno ottenendo il riconoscimento del Sole 24 ore che gli ha attribuito il terzo posto in Italia per il settore di competenza; il Prof. Andrea Barchiesi Fondatore e CEO di Reputation Manager, il principale istituto italiano nell’analisi della reputazione on line dei brand e delle figure di rilievo pubblico e prima società ad aver introdotto in Italia il concetto di “ingegneria reputazionale”, la dott.ssa Giuliana Poli, giornalista, scrittrice, ricercatrice di antropologia culturale, da tempo impegnata in diversi progetti sul territorio italiano e internazionale finalizzati alla ricerca demoantropologica e alla salvaguardia della memoria storica tradizionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 597 volte, 1 oggi)