ASCOLI PICENO – I bambini della città hanno un modo in più di imparare a convivere con gli altri. Lo potranno fare con il progetto Asterix che coinvolge, ormai da dodici anni, i piccoli ascolani.

Il fondatore del progetto Riccardo Spurio sostiene che si tratta “di un percorso formativo svolto da personale qualificato svolto sotto forma ludica che ha come obiettivo specifico la percezione, la conoscenza e la coscienza del proprio corpo da relazionare con l’ambiente circostante. Asterix rispetta la personalità del bambino, aumentando l’autostima e favorire la cooperazione, la socializzazione e il rispetto delle regole”. “In tutto sono coinvolti novemila bambini, da Acquasanta fino alla costa”. “A conclusione del progetto, presso Ecoservices, ci sarà una festa per tutti, ad aprile”.

Il progetto si arricchisce di altre iniziative rivolte ai bambini e ai genitori con il Dottor Mauro Mariani che darà consigli sull’alimentazione sana, sulla valorizzazione dei prodotti locali, freschi e di stagione. Verrà spiegato l’uso delle energie rinnovabili dalla Piceno gas, mentre la Fainplast contribuirà per l’educazione al pronto soccorso.

Al progetto hanno aderito il Coni Marche, il Gruppo Gabrielli, Ciam, Fainplast, Ecoservices, Piceno Gas, Fondazione Carisap, Phiros, Elettromarche, Vini Ciu Ciu, Centro medico S. Tommaso, Case Rosse e Barilla.

L’assessore all’istruzione Giovanna Cameli afferma che “è in questa fase della vita che la famiglia, la scuola, le istituzioni e tutti coloro che hanno a cura il benessere dei bambini, devono attivarsi per far acquisire ai più piccoli quelle abitudini che possono mantenere per tutta la vita. La condivisione di tali propositi aiuterà a mantenere uno stile di vita equilibrato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 264 volte, 1 oggi)