Sindaco Tosi, l’ex tesoriere Belsito la accusa di aver intascato tangenti insieme ad altri esponenti del partito. Come replica?

” Io non ho mai conosciuto Belsito. Appena saputa la notizia, mi sono parecchio alterato, ma poi mi sono calmato. Questo signore non troverà mai un riscontro su questa faccenda. E poi sanno tutti che io ho sempre avversato il cerchio magico. Sono tutte menzogne”.

Come vede la recente scissione nell’ex Pdl?

” La vedo positivamente, perchè ormai era diventata una convivenza impossibile. Alleati si, sudditi no. Le primarie nel centrodestra serviranno a compattare il centrodestra, che in Italia, è ancora maggioranza. Si passerà da una monarchia ad un ricambio necessario.”

Per quanto riguarda le primarie come dovrebbero svolgersi?

“Ritengo che debbano essere allargate, con la massima partecipazione possibile. Sarebbe ottimo che nello stesso giorno si svolgessero quelle del centrodestra e quelle del centrosinistra”.

Successivamente, presso la Rinascita, è iniziato il convegno “Idee Primarie”. Marco Fioravanti definisce “Officina Picena” “un laboratorio politico che ingloba persone con la voglia di cambiamento. Bisogna ripartire dal territorio. I giovani devono impegnarsi di più. Officina Picena nasce per avere un contributo da tutti con una lista aperta a chi vuole dare una mano”.

Giulio Natali loda il sindaco Tosi perchè ” ha preso una valanga di voti con la sua lista in un anno, il 2012, quando il Pdl annaspava. In questo momento si parla di Forconi, che non è un problema di ordine pubblico, ma un grido di dolore che arriva da chi è stufo di questa situazione. Berlusconi solo oggi riscopre l’antieuropeismo e l’antieuro, ma dimostra di non essere coerente. Lui si è vantato di aver creato il governo Letta e oggi lo ripudia”.

Prende poi la parola il sindaco Tosi che sostiene che “il governo Letta ha fatto un grave errore non valutando realmente i problem che ci sono e i Forconi dimostrano una disperazione crescente. Il governo ha fatto una legge di stabilità dove i due terzi sono tasse” aggiunge Tosi.

“L’Italia deve prestare circa 20 miliardi alla Grecia, in un ambito di patto europeo. In questa situazione, la Germania, prestando moneta con un tasso del 3% ci guadagna, avendo lo spread a zero.”

“E’ necessario ridurre i costi della politica. La sola Corte Costituzionale ci costa 63 milioni di euro. I giudici hanno stipendi enormi.”

“Mi hanno accusato di discriminazione verso gli stranieri, ma io, invece, discrimino i comportamenti negativi e i reati, non la razza o la provenienza”, sottolinea il sindaco veronese.

Infine un’appello agli ascolani. “Io confermerei questa buona amministrazione del sindaco Castelli. Non farei un salto nel buio cambiandola”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 336 volte, 1 oggi)