ASCOLI PICENO – “Dobbiamo scrivere i nostri libri, creandone noi di nuovi”. Inizia con una citazione futurista il presidente del Cup Achille Buonfigli presentando la nuova collezione del Consorzio Universitario Piceno, in collaborazione con Capponi Editore.

Le pubblicazioni saranno realizzate con la collaborazione delle Università afferenti al Consorzio, in base ai settori scientifico-disciplinari oggetto di pubblicazione.

Il presidente Buonfigli sottolinea come ” il Cup vuole dare un contributo alla crescita della collettività locale, non localistica, ma collegata al resto del mondo. Utilizzando un termine attuale, parliamo di glocal, globalizzazione ma anche locale.”

“Vorrei che questo sia un segnala per la collettività, per dire che nel nostro territorio ci sono importanti risorse che vanno valorizzate e per fare questo devono essere diffuse e conosciute sia tramite la carta stampata che tramite e-book”, prosegue il presidente Buonfigli.

“Se vogliamo uscire davvero dalla crisi non c’è altra strada che la formazione, insieme alla ricerca e all’innovazione. E’ importante dare opportunità ad esperienze locali importante di farsi conoscere nel mondo”. “E’ importante”, prosegue il presidente del Cup, ” abbattere le uniche frontiere che sono rimaste: quelle della conoscenza”

“Studi dell’Università Politecnica delle Marche dimostrano che ogni euro investito in ricerca portano dieci euro nel settore stesso” conclude l’avvocato Buonfigli.

Domenico Capponi dell’omonima casa editoriale interviene ricordando che “tutti i testi saranno disponibili sugli store di Apple, Google e Amazon. Ci stiamo avvicinando ad un economia dell’immaginazione. Chi è in grado di investire in questi prodotti, genera valore, attirando le migliori menti e tanti investimenti, dando la possibilità a chi fa ricerca di contribuire allo sviluppo dei territori”.

Le due pubblicazioni già realizzate sono “La seduzione dell’euro progettazione oltre il 2.0” di Ludovica De Angelis, Federica Pesce e Maura Romano e “In cerca d’Europa. breve guida alle nuove tecniche comunicative per una cittadinanza attiva” realizzato da Valentina Polci, Maura Romano e Maria Laura Tirabassi, mentre nel 2014 è previsto ” Cultura come leva strategica di sviluppo dei territori” realizzato nell’ambito di un progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’Anci, rivolto a giovani amministratori locali e un volume che raccoglierà gli atti dei seminari sulla comunicazione politica, recentemente terminato.

Pierluigi Raimondi direttore del Cup ricorda come “i 600mila euro di finanziamento che abbiamo utilizzato sono tutti legati ad opportunità per i giovani, progetti che hanno battuto quelli di grandi città come Milano e Torino. Il lavoro dietro questi progetti è notevole. Sosteniamo la formazione sempre con metodologia all’avanguardia”.

Interviene nuovamente il presidente Buonfigli che lancia un messaggio alla stampa. “Anche voi avete un compito: quello di raccogliere il feedback che sarà per noi necessario per le nostre prossime iniziative”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 212 volte, 1 oggi)