TORINO – Hanno il nome di città – come Roma o Las Vegas – o di fantasia – come Keope e Spider – le tre tonnellate di fuochi artificiali illegali sequestrati in un garage del torinese. Erano stati acquistati da un’azienda di Ascoli Piceno e trasportati senza le prescritte misure di sicurezza. Quattro le persone denunciate dalla polizia, tra cui il titolare dell’azienda marchigiana e un suo collaboratore. Sale così a 120 mila euro il valore del materiale sequestrato a dicembre dalla Questura di Torino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 615 volte, 1 oggi)