ASCOLI PICENO – Ancora un caso di criminalità ai danni di comunità religiose. Dopo la chiesa Santissimo Crocifisso dell’Icona è stata colpita nella notte del 6 gennaio la residenza delle suore oblate del Santissimo Redentore, nei pressi del quartiere Monticelli. I ladri hanno approfittato dell’assenza delle suore uscite per recarsi nella chiesa del Carmine per una messa multietnica. I criminali hanno raggiunto il terzo piano, servendosi di una scala, e per penetrare hanno rotto il vetro di una finestra. Il bottino prelevato è di circa otto mila euro, denaro destinato per aiutare i bisognosi e frutto anche delle offerte dei fedeli.

Le forze dell’ordine sospettano che i responsabili conoscessero le abitudini delle suore e ne controllassero i movimenti poiché di rado la residenza era lasciata incustodita.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 565 volte, 1 oggi)