ASCOLI PICENO – La Scuola di Musica Tekne ha stretto un rapporto di collaborazione con la nota star della musica internazionale, Yossou N’Dour. Nei giorni scorsi Ngone Ndour, sorella di Yossou e direttrice di Prince Arts Studio accompagnata da Famara Sene, giornalista di Tfm tv, è stata in città per stringere una parnership con la Scuola di Musica Tekne.

La collaborazione tra Yossou N’dour e la scuola ascolana ha dato vita ad un progetto di cooperazione internazionale che vede impegnati il Governo senegalese, quello italiano, la Regione Marche, Prince Arts Studio, Enaip nazionale, Acli arte e spettacolo e Tekne.

“L’obiettivo – sostiene Cecchini, presidente nazionale di Acli Arte e spettacolo e direttore artistico di Tekne – è quello di creare un Centro Mondiale della Musica Interculturale con sedi Dakar e Ascoli Piceno, idea nata lo scorso agosto durante l’incontro con il noto cantante senegalese, allora ministro della Cultura e ora Consigliere di stato e del Presidente della Repubblica.

“L’iniziativa – prosegue Cecchini – nasce all’interno del progetto Cammini Comuni, sostenuto dalla Fondazione Carisap e dalla Caritas Diocesana di Ascoli Piceno, che la scuola ascolana sta portando avanti da alcuni anni in rete con l’associazione Cose di questo Mondo, Acli, Cooperativa Il Melograno e Centro Studi Musica Moderna. Cammini Comuni, infatti, assieme a numerose altre attività, si dispiega anche attraverso percorsi di musica interculturale, che si svolgono attualmente presso tre istituti comprensivi”.

La volontà di Yossou N’Dour è quella di importare in Senegal il modello della scuola ascolana e implementarla nel Centro Mondiale della musica Interculturale. Da qui il suo interesse nell’inviare ad Ascoli la sorella Ngone con il compito di siglare un accordo con la scuola di musica Tekne.

La delegazione guidata dal presidente Cecchini è stata ricevuta e ha avuto modo di illustrare le linee guida del progetto ai dirigenti del Ministero degli Esteri e dell’Enaip a Roma, ai dirigenti della Regione Marche ad Ancona, mentre nel capoluogo ascolano ha incontrato la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Luciani San Filippo, Vincenza Agostini.

A Centobuchi ad accogliere la delegazione, oltre ai rappresentanti dell’Isc locale, c’era anche il Sindaco di Monteprandone Stefano Stracci, che, ricevendo calorosamente gli ospiti senegalesi, ha offerto il pieno appoggio al progetto, reputandolo volano positivo per il territorio sia per i temi trattati sia per la qualità della proposta artistica.

“Sono molto soddisfatto dell’accoglienza dei nostri interlocutori istituzionali – conclude Cecchini – unica nota stonata il mancato incontro con il sindaco Castelli, che non ha risposto all’invito. Un vero peccato che il comune ascolano non possa essere partner in questo progetto di cooperazione internazionale. La speranza è di recuperare il rapporto, al fine di annoverare anche la nostra città tra gli artefici di un progetto mondiale sull’accoglienza e sull’intercultura”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 669 volte, 1 oggi)