ASCOLI PICENO – In attesa dei protagonisti del match che parleranno in sala stampa, sui gradoni della tribuna a parlare è l’imprenditore Piero Palatroni: “Non posso parlare, mi capirete – spiega -, ma tra qualche giorno saprete qualcosa in più. La mia presenza qui? Oramai è chiaro che farò parte della nuova società. Tra una settimana uscirà la lista di chi ne farà parte“.

Il tecnico Bruno Giordano:”Una vittoria per la gente. La squadra va in campo con professionalità e mi dispiace che, come per Pestrin, ci sia stata qualche voce di troppo. Abbiamo dimostrato di essere una squadra unita. Stiamo giocando per noi, ma soprattutto per i tifosi, per dimostrare che hanno una squadra e non una banda. Abbiamo dei limiti, ma cerchiamo di onorare il pubblico“. “Giochiamo bene e questo mi soddisfa. Forse solo il Perugia gioca meglio di noi in modo limpido. I miei ragazzi non li cambierei con nessuno. Poi è chiaro che gli interpreti possono decidere una gara da un momento all’altro“.

Sul mercato dice: “Bianchi va via, Schiavino sinceramente non lo so. A differenza di Alberto gli ho dato appuntamento a martedì, poi tutto può cambiare. Ma dovremo ringraziare anche chi va via. Ci sono giocatori che vanno via anche se prendono tanti soldi. Conocchioli firma domani – annuncia Giordano -, stiamo trattando altri due, tre ragazzi che possano rimpolpare la rosa, in modo che possano permettere ai giovani di maturare con i giusti tempi”.

Su Carpani: “Con me ha sempre giocato, è una bella sorpresa e sta giocando molto bene. Peccato una costola che per i primi venti giorni gli ha dato fastidio. Ha voglia di migliorare“.

Pietro Tripoli: “Finalmente la vittoria. Era un periodo che giocavamo bene e non prendevamo punti. Era bello vincere con questa curva. Sono contento sia per me che per la squadra. Gol di testa? Pensavo fossi in fuorigioco nell’occasione, non è la mia specialità“. Ancora sulla gara: “Ci sono stati momenti di calo, certo non è bello per il pubblico ma alla fine è andata bene“.

Marco Schiavino: “Il gol dell’addio? No, non c’è nulla di ufficiale e resterò finché non ci sono novità. Per ora chiacchiere. Io non voglio andare via, è il Crotone che decide se mandarmi a giocare altrove. Io con questa curva resterei senza problemi“.

Alberto Bianchi è ai saluti: “E’ stata un’ottima esperienza dal punto di vista umano, ho avuto un grande rapporto con compagni e città. Alla città e alla tifoseria faccio l’augurio che chi entra possa riportarla dove merita. Ci vediamo contro la salernitana? Sì, il direttore Fabiani mi ha chiamato per raggiungerlo. Le difficoltà qui mi hanno spinto verso questa decisione. Era una settimana che ho un accordo, parto domani. Sono contento di aver lasciato con una vittoria, spero che possa ridare un pò d’entusiasmo“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.901 volte, 1 oggi)