ERCOLANO – Trasferta da dimenticare per la Picena non vedenti. In quel di Ercolano gli ascolani, orfani di Carlo Malloni non riescono a bissare gli ottimi risultati raggiunti in precedenza (12 punti in classifica, frutto delle 4 vittorie su 6 gare, ottenute in quel di Lanciano, nel primo raggruppamento svoltosi a Novembre, dove aveva ben impressionato, piazzandosi al quarto posto in classifica). Oltre a ciò si aggiunge anche una grave intossicazione da salmonella rimediata dagli atleti nostrani in terra partenopea.

Il Sabato ha rivelato subito le difficoltà soprattutto in fase difensiva, con la prima sconfitta per 6-5 inflitta dal Frosinone, per poi subire un altro tracollo per 9-6 contro i padroni di casa del Napoli; il riscatto è arrivato nella terza gara con la bella vittoria per 8-4 sul Foggia. Nell’ultima di giornata, la mancanza di concentrazione, ha offerto al Perugia l’opportunità di recuperare, gli umbri dopo esser stati sotto di ben 4 reti, hanno costretto la Picena a dover accettare l’amaro 7-7 finale.

La Domenica mattina, i ragazzi ascolani si sono mostrati svegli e attenti riscattando nella gara di ritorno contro i ciociari, e battendoli al termine di una gara esemplare con il punteggio di 4-1; non riesce la stessa impresa contro il Napoli che passeggia letteralmente sugli ascolani con un sonoro 6-1, mentre Foggia è di nuovo generosa, e la Polisportiva ne approfitta neutralizzandola con un bel 7-4; a rovinare la festa ci pensa un’altra volta il Perugia, che costringe i nostri ragazzi ad un altro pareggio, 6-6 il finale.

Un magro bottino purtroppo di soli 11 punti raccolti in 8 gare, frutto di 3 vittorie, 3 sconfitte e 2 pareggi, che portano la Picena non Vedenti a quota 23 in classifica generale, facendola scivolare al settimo posto, a 5 lunghezze di distanza dalla terza piazza (ultima utile per accedere alla serie A).

Purtroppo la trasferta di Napoli, oltre agli amari risultati ha lasciato degli ancor più sgraditi postumi fisici a tre sfortunati atleti, che sono incorsi in una grave intossicazione alimentare, la quale al termine di una settimana tra letto, ospedale e cure mediche si è rivelata essere la Salmonella; La Picena non Vedenti, nella persona del Presidente ha avviato tutte le procedure necessarie come previsto dal Sistema Sanitario Nazionale per denunciare la struttura ricettiva napoletana e far attivare i dovuti controlli igienici da parte dell’autorità sanitaria, i ragazzi si stanno riprendendo anche se restano i postumi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 86 volte, 1 oggi)