ASCOLI PICENO – L’associazione “Lavoro & Welfare” presenta le proposte per il rilancio del Piceno in un periodo di crisi che non accenna a diminuire in occasione di un incontro pubblico che si terrà sabato 1 febbraio alle 9,30 presso l’aula consiliare della Provincia di Ascoli.

I punti principali proposti dall’Associazione sono i seguenti:

1-Progetto Smart Piceno: “autostrade informatiche”, banda larga e ultralarga,centri di ricerca e di innovazione collegati con Scuola e Università (Telecom prevede di attrezzare 600 città italiane entrò il 2016 con cavi a fibra ottica.

2-Salaria. Rilancio del turismo, anche quello del fine settimana: culturale, enogastrononomico, termale, ambientale , paesaggistico proveniente da Roma e dall’Umbria e Toscana(dopo l’apertura di Forche Canapine)con l’impegno dell’Anas.

3-Terza corsia sulla A14 tra Porto Sant’Elpidio e Giulianova (non è possibile che il Piceno costituisca l’imbuto dell’Autostrada Adriatica ,con il più alto tasso di incidentalità dentro le gallerie). Si chiede che il nuovo piano della Società Autostrade comprenda questo investimento, tra Porto Sant’Elpidio e Giulianova(allaccio A24 per Roma). Previsione di una bretella -circonvallazione di raccordo autostrade tra il casello di San Benedetto sud -Porto d’Ascoli e San Benedetto Nord – Grottammare (al posto della terza corsia). (Impegno Società Autostrade)

4-Protocollo d’intesa tra Valle del Tronto e Val Vibrata e costruzione di un nuovo Patto territoriale Piceno-Aprutino che preveda interventi per l’industria manifatturiera, l’artigianato ma anche interventi per la cultura, il turismo e la costruzione di un nuovo welfare di comunità (Impegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero dello sviluppo economico e accordo di programma tra la Regione Marche e la Regione Abruzzo)

5- Costruzione del SISTEMA PICENO. L’abolizione delle Province o comunque lo svuotamento delle competenze dell’Ente implica cercare strade nuove. Sono le strade dell’unità e dell’integrazione del nostro territorio Piceno e dei nostri Comuni (prevedere delle forti premialità sia per le Unioni dei comuni che anche eventualmente per le fusioni ) Abbiamo un immenso patrimonio culturale , agroalimentare,ambientale, termale, paesaggistico, archeologico e naturalistico che può essere messo a sistema e in rete.

Questi 5 punti verranno sviluppati negli interventi di Pietro Colonnella (Responsabile Organizzazione nazionale Lavoro&Welfare) e da Mario Lazzari, Valentina Galati, Patrizia Di Luigi e Simone Splendiani, componenti del direttivo piceno dell’Associazione Lavoro& Welfare.

Le conclusioni saranno svolte dall’On. Cesare Damiano, Presidente Commissione Lavoro Camera dei Deputati. Sono previsti gli interventi di Antonio Canzian, Luciano Agostini e Paolo Perazzoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 360 volte, 1 oggi)