ASCOLI PICENO – “Stiamo conducendo una battaglia all’illegalità e al commercio abusivo – così si esprime il sindaco Guido Castelli in merito al “blitz” compiuto nella mattinata di ieri, 29 gennaio, da agenti della Polizia Municipale nella zona di piazza Immacolata e che ha portato al sequestro di diversi sacchi di merce contraffatta.

“Avevamo raccolto le giuste proteste dei commercianti che operano nella zona che lamentavano una permanenza di africani dediti alla vendita di merce contraffatta e per questo abbiamo deciso di intervenire. La contraffazione e il commercio abusivo – prosegue il sindaco Castelli – sono fenomeni illegali che danneggiano quei commercianti che lavorano onestamente, che pagano le tasse dovute e che investono sacrifici e risorse nel rispetto delle regole”.

Nell’azione di ieri sono stati impiegati sette agenti della Polizia Municipale che hanno provveduto al sequestro di un notevole quantitativo di merce contraffatta.

“Questa Amministrazione – prosegue il primo cittadino ascolano – si è fatta portavoce delle segnalazioni dei commercianti che operano nella zona di piazza Immacolata che si lamentavano per la massiccia presenza di rivenditori abusivi ed è intervenuta con decisione per rimuovere le criticità riscontrate. Specie in questi momenti duri per un settore produttivo così importante come il commercio non era e non è tollerabile che venga aggravato da fenomeni di illegalità e abusivismo”.

Ma le azioni di contrasto al fenomeno dell’abusivismo non si fermano. Nei prossimi giorni verranno attivati altri “blitz”, interessando altre zone cittadine, diretti ad un più efficace contrasto dei fenomeni di abusivismo e contraffazione commerciale Contraffazione e commercio abusivo sono in crescita e i cittadini non sempre sono consapevoli del fatto che acquistando prodotti non regolari compiono un illecito.

“Stiamo lavorando – ha concluso il sindaco Guido Castelli – per lasciare questa città migliore di come l’abbiamo trovata, per renderla più bella, più pulita e sicuramente più accogliente”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 558 volte, 1 oggi)