MONTEGALLO – Valorizzare e agevolare l’utilizzo degli spazi comunali per la cittadinanza. Sabato scorso, 1 febbraio, numerosi cittadini hanno partecipato all’inaugurazione del nuovo archivio comunale a Palazzo Branconi.

Intervenuti a presentare la terza tappa del progetto “Memorie di Carta” tutti i rappresentanti delle Istituzioni locali che lo hanno promosso: Piero Celani, Presidente della Provincia, che ha lavorato in sinergia con il Comune, rappresentato dal sindaco Fabiani; la dott.ssa Montevecchi per la Soprintendenza Archivistica delle Marche; il dott. Martinelli, coordinatore del progetto; infine il dott. Mannucci ha illustrato il lavoro eseguito.

l’Assessore provinciale alla Cultura Andrea Maria Antonini ha sottolineato la portata tecnica e ideale dell’intervento in programma nelle 33 realtà municipali del Piceno: “Con l’appuntamento di Montegallo siamo giunti alla terza fase di ‘Memorie di carta’; è il 17esimo archivio recuperato e vedrà nei prossimi mesi altre 8 inaugurazioni in altrettanti Comuni dell’Ascolano. Si tratta di un progetto apprezzato e seguito con interesse non solo nel contesto marchigiano, ma anche fuori regione – ha rivelato l’Assessore – senza dubbio uno dei primissimi esempi su scala nazionale di riqualificazione di archivi da parte di un ente pubblico. L’idea, facendo leva sulle competenze e sui saperi di giovani professionisti, ha permesso di dare linfa ad un’azione che abbina concretamente la salvaguardia delle radici culturali e documentali dei luoghi, con un piccolo ma significativo sostegno all’inserimento lavorativo di figure specifiche come gli archivisti”.

Dello stesso avviso il Presidente della Provincia Piero Celani che ha rimarcato “l’impegno dell’Amministrazione provinciale in un’iniziativa che, pur non avendo la stessa visibilità del recupero o realizzazione di marciapiedi, strade, scuole o reti fognarie, tuttavia costituisce una pietra miliare nella difesa e nella conoscenza dell’identità storica del territorio”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 310 volte, 1 oggi)