ASCOLI PICENO – Dopo la sconfitta casalinga di misura con il Grosseto, l’Ascoli si prepara per la difficile trasferta a Salerno, in terra campana non rientrerà Fabio Conocchioli ancora out. Momento difficile per una rosa già ristretta e da segnalare che hanno lasciato prima la seduta di allenamento odierna al Città di Ascoli sia Gandelli, problemi alla schiena, sia Di Gennaro per uno scontro nella partitella, dolore alla caviglia destra per il difensore.

Mister Giordano ha ricordato che nonostante l’entusiasmo per l’avvento della nuova società, bisognerà lavorare duro e considerando che la squadra è stata smantellata, ci vorrebbero dei rinforzi che diano qualità da valutare con la volontà della dirigenza. “Sicuramente l’obiettivo di lottare per non essere l’ultima della classe è uno stimolo sia per me che per i giocatori – continua l’allenatore bianconero – non siamo una squadra da ultimo posto ma bisogna considerare i punti di penalizzazione, i quattro rigori falliti fin ora e i troppi sbagli sotto porta come con il Grosseto”.

“Siamo tutti entusiasti per la nuova gestione e per il supporto dei tifosi ma noi pensiamo ai 3 punti che ci diano soddisfazione, bisogna pensare anche ai giocatori che si allenano e che lottano in campo. Stiamo considerando dei veterani ragazzi sicuramente bravi come Scognamillo e Carpani ma che in realtà sono appena del 1994″.

Nel pomeriggio la Salernitana ha sconfitto per tre reti a due il Grosseto nella semifinale di andata della Coppa Italia di Lega Pro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 519 volte, 1 oggi)