ASCOLI PICENO – L’Ascoli che scende in campo nella gara interna contro il Catanzaro sembra un’altra squadra la grinta e il cuore ci sono sempre stati ma sicuramente la novità in panchina si è fatta sentire e i giocatori hanno voluto mostrarsi davanti al nuovo tecnico ancora più caparbi. Tra tutti un capitan Colomba in forma straordinaria da otto in pagella recupera palloni, è su ogni zona di campo imposta e ispira i compagni, Destro a fine partita lo definirà “un capitano generoso e trascinatore”.
Certo che però il cuore non basta, troppa imprecisione sotto porta e arriva la terza sconfitta consecutiva sotto gli occhi del presidente Bellini e davanti a un pubblico numeroso, 2486 gli spettatori tra cui una sparuta presenza di tifosi calabresi. In tribuna si è visto Mattia Destro centravanti della Roma ma da sempre tifoso dell’Ascoli e del padre.
I bianconeri scendono in campo aggressivi ma subito c’è il cambio modulo per cercare di arginare il Catanzaro che si presenta a sorpresa con un 4-3-1-2. L’emergenza difensiva costringe il tecnico a schierare Cesselon tra i titolari, classe ’96 e Ruzzier, classe ’94. La partita racconta di un rigore negato dopo pochi minuti all’Ascoli, atterrato Ruzzier in area. Bene comunque la artenza ascolana con diverse conclusioni in porta, con Colomba e un Tripoli sempre combattivo. Si vede a metà frazione poi il Catanzaro, Madonia è solo fuori dall’area prende la mira e con l’esterno destro infila a giro nell’angolino opposto dove Pazzagli non può arrivare. L’Ascoli non si abbatte ma spreca Greco al centro dell’area dopo una respinta su tiro di Colomba. Nella ripresa fa tutto l’Ascoli ma non riesce a essere incisivo con Tripoli.

Nella ripresa Capece trova la posizione e fa la differenza, ottime anche le discese da terzino destro di Gandelli, sempre preciso in difesa e ispiratore in attacco, a meta secondo tempo imbecca anche Tripoli in area che tira a lato. Da segnalare l’esordio di Minnozzi fresco di contratto, che con qualche buona giocata innesca anche Tripoli che per poco non riesce ad infilare in rete, quasi allo scadere poi gol annullato a Carpani per tocco di mano.Per i tre punti forse ci sarà da aspettare, infatti l’Ascoli nell’anticipo serale di venerdì affronterà il Lecce.

Formazioni
ASCOLI: Pazzagli, Gandelli, Giacomini, Capece, Cesselon, Magliocchetti, Greco (76′ Topouzis), Carpani, Capece, Ruzzier (51′ Minnozzi), Colomba (82′ Iotti), Tripoli. A disposizione: Ronchi, Oddi, Migliaccio, Giovannini. All. Destro

CATANZARO: Bindi, Catacchini, Sabatino, Vitiello, Rigione, Ferraro, Vacca, Benedetti (89′ Casini), Fioretti (71′ Russotto), Madonia (60′ Marchi), Germinale. A disposizione: Scuffia, Bacchetti, Morosini, Martignago. All. Brevi

Arbitro: Colarossi di Roma

Rete: 38′ Madonia

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 393 volte, 1 oggi)