ASCOLI PICENO – L’outsider sorprende tutti e vince le primarie del centrosinistra, proponendosi così come sfidante del sindaco in carica Guido Castelli oltre che degli altri – numerosi – aspiranti primi cittadini. Abbastanza inaspettato alla vigilia il risultato che ha visto ad Ascoli primeggiare Giancarlo Luciani Castiglia, renziano del Partito Democratico, che con 678 voti ha superato per pochissimo Valentina Bellini, consigliere comunale del Pd, ferma a 652. Terza la candidata di Sel, Rita Forlini, con un risultato relativamente notevole: 307 preferenze, circa il 30%

Quindi sono stati 1.637 gli ascolani che si sono recati alle urne per scegliere il candidato del centrosinistra: un numero non particolarmente alto, a segnalare che le polemiche recenti (ultimo il ritiro di Micaela Girardi dalla corsa delle primarie, culminato con l’approdo ad un altro partito, Green Italia, e con conseguente candidatura) hanno lasciato un segno nell’elettorato. E il segno si è tramutato in una clamorosa sconfitta per Valentina Bellini, consigliere comunale in carica che si è vista superare da Giancarlo Luciani Castiglia, meno o per nulla noto alla cronaca politica fino al momento di ufficializzare la propria candidatura.

Evidentemente la corsa di Rita Forlini ha pesato molto su Valentina Bellini, in quanto parte dell’elettorato della “civatiana” è stato risucchiato dalla candidata di Sel. Ma già non mancano dietrologie – chissà quanto e se verificabili – in merito all’exploit di Castiglia, che già in giornata era annunciato come sicuro vincente in alcuni post su Facebook da parte di “beninformati”: “Facciamo gli auguri a Castiglia! Sarà il vincente no? Per lo meno è dato come tale da giorni. Gli accordi sono quelli non fingiamo sorprese“.

Le malelingue insomma insinuerebbero che una parte di elettori del centrodestra si siano recati ai seggi delle primarie per tirare un colpo basso a Valentina Bellini e far vincere Castiglia. Anche un altro politico ascolano senza peli sulla lingua, Giuseppe Falciani, della Lista Castelli, conferma: “Grande vittoria con l’appoggio determinante del centrodestra”.

Ad ogni modo ora c’è un renziano a correre per l’Arengo..

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.557 volte, 1 oggi)