ASCOLI PICENO – Nell’estate del 2007 M. T. C., 40 anni di Ascoli, ha costretto l’ex amante a un rapporto non consenziente legandola con nastro adesivo e fili elettrici e minacciandola più volte di morte. Il 12 marzo il Tribunale di Ascoli ha condannato l’uomo a otto anni di carcere per sequestro di persona, violenza sessuale e privata, lesioni gravi e minacce.

Dopo l’inquietante episodio, la donna è ricorsa a una visita medica per riscontrare la violenza e le lesioni riportate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 333 volte, 1 oggi)