ASCOLI PICENO – La Giunta Comunale approva la candidatura per la pratica Unesco. E’ un ulteriore passo per un obiettivo che Ascoli sta cercando da tanto tempo: l’inserimento della Città delle Cento Torri nei patrimoni Unesco.

Il sindaco Guido Castelli  ricorda la visita del delegato Unesco Jukka Jokilehto che, nelle scorse settimane, ha visitato la città per valutare se vi sono tutte le condizioni per l’approvazione finale. “L’iter è lungo e sofferto, ma ci presentiamo per la tentative list con chance concrete di riuscita. Abbiamo offerto tutto il meglio per formulare la domanda. Ricordiamo che non tutte le città presenti in questa tentative list potranno proseguire il cammino, noi abbiamo tutti i requisiti per la Città del Travertino” ricorda il primo cittadino piceno.

L’assessore Giovanna Cameli aggiunge sottolineando che “sono ormai 8 anni che ci stiamo dedicando a questo sofferto traguardo. Ringraziamo il sindaco di Assisi, Ricci, che ci sta dando una forte mano. Stiamo formulando una proposta sintetica per un piano di gestione completa”.

Il professor Stefano Papetti  sottolinea, ” la proposta deve essere unitaria e la commissione ha subito ritardi. Ascoli non è stata superata da altre città. Loreto e Recanati non sono proponibili per l’Unesco. Tutto dipende dai criteri di scelta. Ogni anno viene scelto un sito italiano da inserire nei patrimoni Unesco, speriamo che sia presto il nostro turno”.

L’assessore provinciale alla Cultura, Andrea Antonini afferma che “l’inserimento nella tentative list è già importante, entrando in un brand. Ci si può fregiare di questa caratteristica. Non basta essere belli, bisogna avere delle specificità da proteggere sempre. E’ necessario individuare una strada nuova da percorrere.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 379 volte, 1 oggi)