Pubblichiamo una nota del Movimento 5 Stelle Ascoli Piceno

La tutela del patrimonio ambientale e culturale è uno degli obiettivi primari del MoVimento a 5 stelle, in quanto trattasi di Beni Pubblici che devono essere lasciati alla fruizione dei Cittadini e, al tempo stesso, costituiscono il tesoro su cui costruire forse l’unica possibilità di rilancio economico del nostro territorio.

Oggi, giovedì 13 marzo 2014, un gruppo di attivisti del M5S di Ascoli, su segnalazione di alcuni Cittadini, si è recato nei pressi del cantiere della nuova rotatoria che sta sorgendo sulla circonvallazione, nei pressi del Tempietto di Sant’Emidio alle Grotte, constatando all’interno dell’area soggetta a sbancamento la presenza di alcuni manufatti storici (muri) Il MoVimento 5 Stelle di Ascoli Piceno chiede pertanto alle autorità preposte un intervento urgente al fine di valutare ed eventualmente tutelare i ritrovamenti in oggetto.

Va inoltre evidenziato che, anche in seguito alle recenti scoperte archeologiche nei cantieri di corso Mazzini e piazza Ventidio Basso e considerando la storia millenaria della nostra amata città, i lavori in zone di conclamata rilevanza archeologica (come la zona di Sant’Emidio alle Grotte) dovrebbero essere presidiati ogni giorno da esperti in grado di valutarne i prevedibilissimi ritrovamenti.

Sorgono infine spontanei dubbi sull’utilità di una nuova rotatoria in un’area di così rilevante interesse storico, archeologico e culturale, a fronte di un possibile utilizzo delle finanze pubbliche per esigenze più prioritarie. Volendo restare in ambito di lavori pubblici, e nella stessa zona, ci sembra per esempio ben più necessaria la realizzazione di una o due rotatorie in punti con incroci più pericolosi e trafficati, e in cui sono già presenti semafori, e cioè sempre sulla circonvallazione ma all’incrocio fronte Carabinieri e/o all’incrocio di Porta Romana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 304 volte, 1 oggi)