ASCOLI PICENO –  “Essere imprenditori di se stessi. Formiamoci all’imprenditorialità”. Questo il tema del convegno organizzato dall’assessorato allo sviluppo economico del Comune di Ascoli, che si terrà giovedì 20 marzo.

“E’ il secondo anno che organizziamo questo evento”, aggiunge l’assessore Massimiliano Di Micco, “e lo facciamo perchè abbiamo avuto un aumento esponenziale delle richieste per le licenze per il commercio elettronico, un’attività che si può fare comodamente da casa e alla portata di tutti”.

Carlo Travaglini, della Lian Sas ricorda che “l’idea è quella di coinvolgere soggetti legati all’ autoimprenditorialità. Alcuni imprenditori hanno già fatto queste esperienze e i relatori sono tutti legati al mondo dell’e-commerce e con questo convegno, cerchiamo di fornire nuovi strumenti a chi vuole intraprendere questa strada”.

Concetta Di Girolamo, consulente esterno e referente per il progetto Rete Impresa per il Comune di Ascoli spiega che “Rete Impresa aiuta e supporta gli imprenditori per aiutare le aziende per risolvere le varie problematiche. Vogliamo essere un punto di riferimenti per fare impresa ed evitare la dispersione delle informazioni. Verrà implementato un portale che esporrà le potenzialità a disposizione per chi vuole fare impresa”.

Paola Bagalini , che si definisce “allenatore mentale” cercherà di “far mettere a fuoco quali sono i vari obiettivi che una persona si prefigge, cercando di offrire gli strumenti per raggiungerli”, mentre l’esperto di e-commerce Sergio Ciarrocchi cercherà di aiutare chi vuole aprire un nuovo e-commerce visto “che sono quindici anni che lo faccio e sono a disposizione con alcuni consigli.

Fabio Capecci, esperto di web marketing aggiunge che “si cerca di tradurre quelle che sono le abilità delle aziende e le aiutiamo a comunicare nella nuova frontiera del social- media ovvero Facebook e Twitter. Cerchiamo di spiegare quali sono le azioni virali di marketing online  e applicarle al business”.

Floriano Bonfigli, fondatore di Collabobeat, ricorda l’esperienza della creazione della “cartella clinica elettronica, che consente di scrivere un report digitale e consentire al paziente di visualizzare immediatamente le informazioni che servono a rafforzare il rapporto medico/studente.”

Infine Renato Pierantozzi del Fores Marche riferirà sulle norme amministrative di riferimento del settore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 336 volte, 1 oggi)