ASCOLI PICENO –  Il Movimento 5 Stelle di Ascoli ha organizzato la presentazione del libro “I panni sporchi della sinistra” ad Ascoli.

Il portavoce del movimento pentastellato piceno Massimo Tamburri ricorda come “sulla destra si trova molta saggistica in merito, ma è molto più diffcile trovarne sulla sinistra”.

Presente Stefano Santachiara, uno dei due autori del volume, che analizza: “in questo libro si susseguono vicende note, altre meno, in grado di far riemergere gli scandali, le contraddizioni del potere democratico che ha favorito il precariato, ha finanziato le scuole private dimenticando l’istruzione pubblica, ha gestito in modo non trasparente i contributi dei partiti, ha intessuto un legame a doppio filo con le banche e ha dimostrato nessun interesse riguardo i temi dell’antimafia.”

Lo stesso Santachiara ricorda “di aver subito alcune minacce. In Emilia, dove vivo, il Pd ha concesso favori edilizi ad alcuni boss della malavita organizzata.”

“Della sinistra non si salva nemmeno Vendola, che interviene sulla sanità pugliese, favorendo il Monte Tabor del San Raffaele di berlusconiana memoria, facendo chiudere ospedali pubblici. E’ una sinistra clericale”.

Sulla questione europea, Santachiara aggiunge che “l’Italia viene sempre costretta a fare riforme strutturali, mentre le altre nazioni sforano sempre il 3%. La spending review è un’operazione calcolata per distruggere gli Enti locali.”

“Ci sono ragioni storiche per questa censura sulle malefatte della sinistra. Basta fare qualche nome: De Benedetti, le banche e altri poteri hanno sempre dimostratto interesse verso il centrosinistra”.

“Già dal 1994 c’era un accordo per salvare Berlusconi. A livello geopolitico la sinistra è forse più garante di certi equilibri molto più di Berlusconi”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 252 volte, 1 oggi)