ASCOLI PICENO – “Lancio  questo appello: il prestito d’onore è un occasione d’oro”. Così Massimiliano Di Micco oggi incontrando i candidati della lista Per Ascoli e illustrando questa iniziativa ideata dalla Banca delle Marche che consente un finanziamento agevolato da restituire in 6 anni e da utilizzare per far fronte alle spese di costituzione, agli investimenti e alla gestione della nuova iniziativa economica.

“Il bando regionale è un’opportunità da non perdere. Con questo prestito si facilita l’ingresso nel mondo del lavoro. I finanziamenti partono da 25 a 50mila euro e non servono garanzie per attingere ai fondi. E’ un supporto alla creazione di nuove attività”, continua l’assessore al commercio, “oggi il lavoro non c’è e questa potrebbe essere un’occasione da non perdere”.

L’ingegner Travaglini, candidato nella lista ricorda invece “l’importanza della creazione di cooperative. Anche per questo settore è in scandenza un bando con erogazione di liquidità al 50% a fondo perduto. In altre regioni italiane, come l’Emilia, questo settore è vivo e vitale e dobbiamo sfruttarlo anche da noi”.  La candidata Daniela Massi propone la sua idea per attivare “uno sportello per il sociale per sostenere tutte le problematiche che si presentano sopratutto in momenti di crisi come questo che stiamo vivendo”.

All’interno dell’iniziativa del Prestito d’onore è prevista la realizzazione delle seguenti azioni: attività di accompagnamento alla presentazione della domanda di ammissione, che prevede l’informazione e l’orientamento e il supporto alla predisposizione della domanda di ammissione e all’avvio formale dell’attività, servizi di assistenza tecnica ai beneficiari in fase di start up, comprendente il supporto tecnico per l’avvio e la crescita dell’idea imrpenditoriale, la formazione e la consulenza specifica.

La domanda di ammissione all’iniziativa “Prestito d’onore regionale” può essere presentata presso le filiali Banca Marche fino al 31 dicembre.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 898 volte, 1 oggi)